BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTURE/ Benson, la vera "tragedia della Regina" è l'apologetica di oggi

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Maria Tudor ritratta da Antonio Moro (1554)  Maria Tudor ritratta da Antonio Moro (1554)

Al contrario, con un'intuizione strutturalmente strategica e culturalmente raffinata che non viene purtroppo riproposta nella versione italiana di Fede e Cultura per ragioni che è difficile comprendere, Benson riesce a saldare la tragica esperienza di Mary Tudor con quella universale dell'umano, inanellando una pregevole catena di tredici citazioni macrotestuali di matrice classica, greca e latina, che inaugurano sia l'intero volume (con il Marziale di "la più grande virtù di un principe è conoscere i propri sudditi"), sia ognuno dei dodici capitoli, fino alla chiusa ciceroniana del dodicesimo, tratta dal Cato Maior, De Senectute: "Dalla vita così mi allontano, come da una locanda, non come da una casa". 

In tal modo sapiente, una partitura narrativa che intreccia figure attestate storicamente ad altre più liberamente concepite, luoghi ritrovabili sulle mappe del secondo cinquecento inglese ad altri che emergono dalla geografia della mente, situazioni documentate negli annali ad altre rese possibili dalle potenzialità dell'intuizione, anche The Queen's Tragedy di Benson si rivela storico e universale, concreto e spirituale, interprete fedele di un cattolicesimo che è "materialistico come la Creazione e l'Incarnazione, né più né meno", come si legge in quel passo abbagliante dall'ottavo capitolo delle sue Confessioni di un Convertito (pubblicate in rivista nel 1906-1907 e in libro nel 1913; in versione italiana da Gribaudi nel 1996) che anticipa sorprendentemente di più di mezzo secolo quanto La Pira scrisse in una celebre lettera a don Alfredo Nesi del 29 marzo 1970: "i veri materialisti siamo noi — "materialismo integrale"! Siamo noi che crediamo nel corpo di Cristo risorto e nella conseguente destinazione terrestre e celeste, temporale ed eterna del corpo umano!".

 

-
https://wbyeats.wordpress.com 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.