BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTURE/ C.S. Lewis, un leone ci aiuta a tornare bambini

Pubblicazione:

Clive Staples Lewis (1898-1963) (Foto dal web)  Clive Staples Lewis (1898-1963) (Foto dal web)

Tutti i personaggi incontrati nei sei romanzi precedenti vengono alla ribalta: il Professor Kirk, Edmund, Peter, Lucy, gli gnomi, il topo Ricipì… Ma i veri eroi di questo atto finale sono Tirian, ultimo discendente dei re di Narnia, e i due bambini Eustachio Scrubb e Jill Pole, che devono smascherare un assurdo impostore. Si dà il caso, infatti, che lo scimmione Shift abbia travestito da leone l'asino Puzzle, cercando di farlo passare per il leggendario Aslan, e che qualcuno ci abbia creduto. E' ancora una volta l'allegoria cristiana che traspare: la scimmia che vuole usurpare il posto di Aslan è l'Anti-Cristo, che la Scrittura definisce "la scimmia di Dio", una tragica parodia. Contro le forze della magia il bene mette in campo la verità che smaschera la menzogna, la fedeltà che si oppone al tradimento, il valore che surclassa la viltà, il bene che sconfigge il potere malefico.
E alla fine tutto è compiuto, e Aslan può rivelare a ciascuno il proprio destino, invitando a non avere paura, e a tornare definitivamente nel nostro mondo, il Paese delle Ombre.  
Concludendo la vicenda di Narnia, Lewis ci ricorda che l'uomo è fatto per la verità, che può raggiungerla. e tale ricerca non è vana. Basta tornare bambini, e "chiedere ancora", cioè vivere con intensità la dimensione della domanda e del desiderio.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.