BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTURE/ Metti Sherlock Holmes a indagare sul "segreto" di Botticelli…

Pubblicazione:

Sandro Botticelli, Venere e Marte (particolare) (1482-83)  Sandro Botticelli, Venere e Marte (particolare) (1482-83)

Siccome la cifra scommessa è cospicua, e il terzo studente non dispone di grandi mezzi, Sherlock Holmes, nel cui petto — a dispetto della sua idolatria per l'arida logica — batte un cuore idealista, da autentico Don Chisciotte si impegna ad aiutarlo, prendendo come banco di prova proprio Venere e Marte di Botticelli. 

Che il dipinto sia allusivo delle nozze di Simonetta Cattaneo con Marco Vespucci, lo dimostrano, fra l'altro, le vespe che escono dal cavo di un albero proprio dietro la testa del dio, in cui va ravvisato un ritratto dello sposo. Venere, del resto, ha le sembianze della donna-mito dell'Umanesimo fiorentino, Simonetta, colei che per il Quattrocento fu l'equivalente di Beatrice per il Duecento; e di cui, però, conosciamo anche i tratti, dato che Botticelli l'ha più volte raffigurata come paradigma di bellezza. Quanto al cocomero asinino, tenuto nelle mani del satiretto sull'estrema sinistra, però, non è solo un potentissimo lassativo, ma ha anche la bizzarra caratteristica di "sparare", se solo sfiorato, i suoi semi a una notevole distanza. Perché dietro il quadro, come ci spiega Paola Magi, si cela uno scherzo spensierato, un significato riposto assai piccante — se poi pensiamo che forse il quadro doveva decorare la testata del letto di Marco e Simonetta — "in cui la forza della gioventù si intreccia alla passione letteraria, alla forza dell'amicizia e alla malizia sboccata della tradizione popolare fiorentina".

Insomma, Sherlock Holmes e il segreto di Botticelli è un prezioso libriccino, da leggere con un sorriso sulle labbra, ammirazione per "Botticello, botte piena", e la sua diabolica capacità di ordire trappole e burle, e con apprezzamento per la forma, spiritosa e insieme rigorosa, dell'autrice, che rispetta pienamente i canoni fissati da Conan Doyle per i suoi personaggi.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.