BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VACANZE/ Attenzione alle brutte sorprese, ecco un vademecum per evitarle

Pubblicazione:

spiaggia_caraibica_FN1.jpg

Quando si parte per le vacanze si pensa alla meta, ai giorni di divertimento e di riposo, ma può capitare che all’arrivo ci attendano brutte sorprese, che magari guastano subito l’umore e i buoni propositi di tenere lontano lo stress fin dai primi cinque minuti in cui si è raggiunta la meta estiva. Curiosando sul web in blog e forum di turisti e viaggiatori, al primo posto degli imprevisti da vacanza c’è il pacchetto “all inclusive”, esca di molti tour operator, a volte un vero passpartout di promesse mancate e soprattutto per ulteriori spese che vanno ad aggiungersi a quelle già affrontate per prenotazioni, viaggio e quant’altro. Ecco poi anche alcuni dei consigli ricorrenti tra i forumisti per partire senza preoccupazioni lasciando la propria casa "in sicurezza".

Non-all inclusive Chi prenota in villaggi o resort al mare, montagna o in luoghi lontani spesso non si priva del pacchetto all inclusive, che prevede una serie di servizi che di norma sono extra, ma che con alcuni tour operator diventano compresi nel prezzo della vacanza. All’arrivo nel luogo di villeggiatura può capitare di scoprire che questi pacchetti non comprendono proprio “all” e quindi ci si trova costretti a spendere di più. Il consiglio, oltre a quello di cambiare tour operator per la successiva vacanza, è di verificare personalmente, senza la mediazione dell’agenzia, prima della partenza cosa effettivamente comprende il pacchetto.

Sicurezza  della casa – Per evitare imprevisti anche al rientro dalle ferie, occorre pensare alla protezione della casa in città, vuota magari per alcune settimana, a volte vittima dei ladri estivi, ma anche di blackout. L’associazione nazionale e europea degli amministratori di immobili ha stilato un vademecum da rispettare prima di partire per le vacanze.        

Elettricità -  Un classico del ritorno dalle ferie è incappare nelle conseguenze nefaste di un'interruzione di energia. Si consiglia di staccare la corrente elettrica o, se non è possibile, tutte le spine di televisione, computer e telefono. Oltre ad eliminare il rischio di danni agli impianti, infatti, le prese elettriche si sono rivelate conduttori di fulmini. E poiché il blocco dell'elettricità è divenuto un fenomeno ricorrente dell'estate italiana, l'associazione raccomanda anche di vuotare il freezer!

Rifiuti e allarmi - Attenzione ai rifiuti: dimenticare il sacchetto dell'immondizia in cucina significa ritrovarsi, letteralmente, invasi da cattivi odori e da insetti. Un riguardo particolare va poi dedicato all'allarme anti-furto. La sirena che suona all'impazzata senza motivo è un problema che si previene: basta affiggere sulla porta il numero dell'azienda che lo ha installato, consentendo ai vicini di risolvere in fretta il problema.

Se parte l’amministratore - Questo non significa dimenticare le esigenze degli immobili che si gestiscono. Prima di partire, l'amministratore dovrà tutelare i suoi condomini dalla possibilità di guasti: l'ascensore rotto, la chiave che si spezza nel portone, la piscina condominiale con problemi di depurazione. Per gli abitanti del condominio, dovrebbe essere stilata una comunicazione ad hoc con la lista delle aziende e dei professionisti cui, di norma, ci si rivolge per le riparazioni e la manutenzione, con i relativi recapiti. Nella stessa lista ci saranno anche i "numeri utili".  L’Anammi ha istituito il PIC - Pronto Intervento Condominale. Fruibile dagli amministratori associati e dai loro condomini grazie  ad una telefonata, permette di risolvere in tempi brevi le emergenze tipiche del periodo delle ferie.

I ladri - Da sempre le case lasciate incustodite dai vacanzieri sono un'occasione ghiotta per i ladri di appartamento: evitare dunque di pubblicizzare troppo le assenze. In mancanza del portiere, è bene lasciare le chiavi di casa a un parente o a un amico,che passi di tanto in tanto a ritirare posta e giornali (il cui accumulo è un segnale dell'assenza dei destinatari).  Prestare attenzione ai nuovi contatori elettronici, che con il loro sistema di spie luminose possono segnalare l'assenza dall'abitazione: è bene dunque sistemarli in luoghi chiusi, o in locali non accessibili ad estranei.



© Riproduzione Riservata.