BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GUINNESS/ 103 surfisti cavalcano l’onda del record

Pubblicazione:

103_surfistiR375_5ott09.jpg

103 surfisti sulla cresta della stessa onda: è accaduto ieri a Città del Capo, dove 400 amanti della tavola sono entrati nel Guinness dei Primati rimanendo in piedi per il tempo necessario a stabilire il nuovo primato, più di cinque secondi.
Alla prima onda è stato il caos generale. Qualcuno gridava «vai vai», altri «no, l’onda dietro». Alcuni surfisti rimanevano in piedi altri scivolavano sotto l’onda sulla pancia, altri finivano l’uno sull’altro mentre le tavole volavano in aria.
Allineare circa 400 surfisti su una stessa onda non è cosa facile, come ha affermato ieri Paul Botha organizzatore dell’«Earthwave Global Surf Challenge» a Muizenberg Corner, Città del Capo. Si tratta di una sfida annuale da Guinness (dal titolo “il maggior numero di surfisti che cavalcano la stessa onda”) fondata nel 2006 da Botha, e già avvenuta in Argentina, Brasile e Tahiti.
Botha ci contava che la sfida in Sud Africa avrebbe battuto il record del 2008 in Brasile di 100 surfisti. E il suo desiderio è stato esaudito: da un conto del tentativo di ieri risulta che erano 103 gli sportivi sulla medesima onda e questo potrebbe diventare un record, se sancito dai giudici di Londra.
«Il trucco è evitare che i surfisti si siedano in un unico grande gruppo. È necessario che stiano in linea lungo la spiaggia, così quando girano e si spingono con le braccia non finiscono l’uno contro l’altro», ha affermato l’organizzatore.
All’inizio l’evento aveva come scopo di attirare l’attenzione sui problemi ambientali, in particolare il cambiamento climatico.
Dopo giorni di vento forte da sud-est, domenica le condizioni erano ideali per la sfida. «Il vento soffia leggero da terra, e alcune onde a largo sono belle e lunghe», ha detto Botha. Venti minuti più tardi centinaia di giovani con le loro tavole colorate in mano hanno sfilato lungo la spiaggia, spuntando dalle rocce dietro la stazione, fino ad arrivare oltre il padiglione di Muizenberg e si sono spinti in acqua, guidati da grandi surfisti come Frankie Solomon, i fratelli Chris and Greg Bertish, e Jeremy Johnson.
Dopo alcuni tentativi andati a vuoto i leader del gruppo hanno richiamato gli altri in linea, avvisandoli quando sarebbero arrivate le onde buone. Al segnale “Okay, andiamo, remare”, gruppi di surfisti si sono gettati in acqua remando tra le onde. A questo punto si sono sollevati contemporaneamente sulle loro tavole, con pochi casi di collisione e quei cinque secondi hanno sancito il record.

© Riproduzione Riservata.