BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RISPARMIO/ Dal produttore al consumatore è il boom dei farmer’s market

Pubblicazione:

farmers_marketR375_11nov09.jpg

Aziende agricole che vendono direttamente al consumatore, mercati contadini che raccolgono i vari prodotti tipici locali di più attività. Il termine corretto che indica questo insieme di attività è “filiera corta”, il risultato è la possibilità di acquistare prodotti di buona qualità a un prezzo minore anche rispetto alle grandi catene commerciali, perché si accorcia il numero degli intermediari che separano il prodotto dal suo consumatore.
Dunque, luoghi in cui si va non solo per fare la spesa in maniera impersonale, ma anche per conoscere i prodotti tipici di una località, in un ambiente anche più conviviale rispetto alla grande distribuzione. Ci sono diverse modalità di acquisto dal produttore al consumatore: la distribuzione alla spina (che riguarda soprattutto il latte), la raccolta di prodotti direttamente dall’orto, l’acquisto in azienda, i mercati contadini. Vediamoli nel dettaglio.

1. Distribuzione alla spina. Riguarda soprattutto il latte e permette di risparmiare in media il 30%. Il costo del latte è di 1.00 euro/litro (1.20 euro per quello alla spina): sugli scaffali il latte viene venduto ad un prezzo medio di 1.60 euro/litro. I distributori automatici di latte sono localizzati presso le aziende agricole, presso i mercati contadini o anche presso alcuni supermercati. Il latte è crudo per cui è prodotto direttamente dalla mucca e non trattato termicamente: le qualità nutrizionali sono migliori. L'azienda agricola che carica il distributore, ritira il prodotto invenduto in giornata.

2. Orto. In USA è diffuso il pick your own: i cittadini acquistano direttamente i prodotti nell'orto del contadino raccogliendo loro stessi i prodotti dalla pianta. Il risparmio è notevole considerato che si sottrae manodopera ai dipendenti dell'azienda agricola. In alternativa si consiglia l'orto fai da te. Con un piccolo orto in terrazzo e con pochi euro per l'acquisto dei semi è possibile coltivare basilico, prezzemolo, zucchine, cetrioli, pomodori, con un risparmio fino a 300 euro.

3. In azienda. L'acquisto in azienda è la soluzione ideale per vuole acquistare prodotti genuini, sani, di qualità ad un prezzo conveniente abbinato ad una passeggiata in campagna.

Continua a leggere l'articolo cliccando su >> qui sotto
 


  PAG. SUCC. >