BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Curiosità

RICETTE DI NATALE/ Dalla Val d’Aosta la Carbonade, un umido ricco di aromi

Una ricetta invernale tipica della cucina valdostana, a base di carne di manzo cotta in umido con cipolla e pancetta e aromatizzata con cannella, noce moscata e pepe. Ottima con la polenta e un bicchiere di Torrette

carbonadeR375_17nov09.jpg(Foto)

La Carbonada è un umido tipico della Val d’Aosta, che la regione alpina condivide, cosa del tutto singolare, con la cucina fiamminga. Il gemellaggio si spiega col fatto che il passo del Gran San Bernardo era uno dei transiti più battuti tra il nord Europa e l'Italia, e all'epoca i viaggi erano talmente lenti e disagiati da imporre lunghe soste durante le quali erano inevitabili gli scambi gastronomici. Differenza sostanziale tra la carbonade fiamminga e quella valdostana consiste nel fatto che la prima viene tirata a cottura con la birra, la seconda col vino. Una differenza quasi ovvia.

Le varianti della Carbonade sono veramente moltissime. Addirittura in Val d'Aosta è un tipico piatto "da pianerottolo": dietro ciascuna porta dello stesso ballatoio si prepara una carbonade leggermente diversa per la presenza o l'assenza di qualche ingrediente o aroma. Unico difetto è la difficoltà a trovare la carne di manzo salata tipica della carbonade, quasi introvabile in Val d'Aosta, per non parlare del resto d'Italia. Obbligatorio, dunque, ripiegare sul manzo.