BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DISASTRI NATURALI/ Costruite su cunicoli o erose dalle onde: 7 città sprofonderanno nel mare come Atlantide

Pubblicazione:

lago-resia-r400.jpg

 

 

NEW YORK – Della metropoli Usa abitata da 20 milioni di persone potrebbe rimanere solo l’Empire State Building. Situata alla foce del fiume Hudson, nel punto in cui confluisce nell’Oceano Atlantico, la Grande Mela sarà una delle città al mondo a soffrire di più per il riscaldamento climatico che scatenerà nella zona delle tempeste tropicali. Il livello del mare nell’area di New York dovrebbe crescere due volte più rapidamente che nel resto del pianeta. E le inondazioni saranno solo una delle catastrofi che dovrà affrontare New York. L’immersione dei terreni meno elevati, l’erosione delle spiagge e l’incremento della salinità dell’estuario dell’Hudson a lungo andare produrranno gravi effetti. In un primo momento New York sarà trasformata in una palude, quindi sarà lentamente spazzata via dal mare. E solo l’Empire State Building continuerà a ergersi dall’oceano.


BANGKOK – Anche la capitale della Thailandia sta affondando rapidamente. A minacciarla è il fiume Chao Phraya, che confluisce nella baia di Bangkok a circa 48 chilometri dalla città. La capitale e le sue dozzine di templi, patrimonio dell’umanità, potrebbe ritrovarsi sotto l’acqua in soli sette anni. Secondo una ricerca dello scienziato thailandese Ajong Chumsai na Ayudhya, a influire sull’innalzamento del Chao Phraya è il riscaldamento globale. E la colpa sarebbe soprattutto dell’utilizzo indiscriminato delle risorse naturali, del disboscamento e delle emissioni di gas che influiscono sull’effetto serra. Ajong ha inoltre affermato che i cambiamenti climatici globali del Pianeta porteranno a tsunami nel golfo della Thailandia ancora più gravi di quello verificatosi nel 2004.

 

CLICCA SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SULLE CITTA’ CHE SARANNO SOMMERSE DAL MARE
 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >