BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DISASTRI NATURALI/ Costruite su cunicoli o erose dalle onde: 7 città sprofonderanno nel mare come Atlantide

Pubblicazione:

lago-resia-r400.jpg

 

 

A causa del fenomeno del bradisismo l’antica fascia costiera ha subito uno sprofondamento con la conseguente sommersione di tutti gli edifici che vi erano costruiti. Siti di grande importanza in epoca romana, dove Pozzuoli era la più celebre città commerciale, Baia, la più famosa località residenziale, e Miseno, la sede della flotta militare, sono oggi sommersi. I primi ritrovamenti di reperti archeologici sono avvenuti negli anni Venti dove in occasione dell’ampliamento della banchina del porto sono state portate alla luce sculture ed elementi architettonici con bolli imperiali.


IL PORTO PROSCIUGATO –
Accanto alle sette città che finiranno sott’acqua, c’è invece il caso di un importante porto tedesco che si è prosciugato. Si tratta di quello di Duisburg, sul fiume Reno. I commerci di Duisburg passano tutti dal porto, che in passato era circondata da mulini d’acciaio e brulicava di trasporti su chiatta. Anni fa, come scrive il settimanale Time, il fiume ha incominciato a sprofondare. I dragaggi e i rinforzi del canale a valle hanno fatto sì che l’acqua scorresse più rapidamente, e il fiume accelerando ha abbassato il livello delle sue acque. Erodendo ulteriormente il letto su cui scorre. Il porto, vitale per la sussistenza degli abitanti di Duisburg, è diventato sempre meno profondo. Lasciato i suoi moli, un tempo affollati da imbarcazioni di ogni tipo, completamente in secca. Gli ingegneri di Duisburg hanno trovato però una soluzione fantasiosa. Sotto la città si trovano tre ricchi filoni di carbone, che è stato estratto in modo massiccio. Abbassando così l’intera regione del porto di 2,5 metri e consentendo al Reno di riempire nuovamente il porto con le sue acque.
 

(Pietro Vernizzi)
 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.