BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

UNICEF/ Solo una persona su tre usa il sapone. Un gesto che può salvare la vita a 3,5 milioni di bambini

Pubblicazione:

sapone-mani-r400.jpg

L'Unicef ha presentato la terza Giornata per la pulizia delle mani. Un tema che non va sottovalutato. Il lavaggio delle mani con il sapone è infatti uno degli interventi sanitari più efficaci e meno costosi per prevenire le malattie infettive nei Paesi in via di sviluppo, ma è una buona pratica da consolidare anche nei Paesi ricchi.

 

LA GIORNATA UNICEF - L’obiettivo della giornata mondiale Unicef è promuovere la pratica dell'igiene delle mani nelle scuole e nelle comunità e di renderla un'abitudine. Per l'edizione di quest'anno - il cui tema è «More than Just a Day»- almeno 200 milioni di bambini, genitori, insegnanti, celebrità, funzionari pubblici e cittadini saranno coinvolti in molte iniziative in oltre 80 Paesi di tutto il mondo.


3,5 MILIONI DI BAMBINI MORTI - Come ha spiegato all’agenzia Asca il presidente di Unicef Italia, Vincenzo Spadafora, nei Paesi in via di sviluppo «ogni anno le malattie diarroiche e le infezioni respiratorie acute sono responsabili della morte di oltre 3,5 milioni di bambini sotto i cinque anni. Lavarsi le mani con acqua e sapone, specialmente in alcuni momenti critici (dopo aver usato i servizi igienici e prima di toccare gli alimenti) contribuisce a ridurre l'incidenza delle malattie diarroiche di oltre il 40% e le infezioni respiratorie acute del 23%. Eppure questo semplice comportamento non viene praticato regolarmente».

 

CLICCA SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SUI RISCHI PER CHI NON USA IL SAPONE
 



  PAG. SUCC. >