BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

UNICEF/ Solo una persona su tre usa il sapone. Un gesto che può salvare la vita a 3,5 milioni di bambini

Pubblicazione:

sapone-mani-r400.jpg

 

 

ASCIUGAMANI ELETTRICI - Al primo posto nella lista dei «sospettati» c’è un oggetto che utilizziamo tutte le volte che ci laviamo le mani. Dopo essercele insaponate e risciacquate con l’acqua, la cosa più naturale è metterle sotto l’asciugamani ad aria calda. E poi ce ne andiamo convinti di averle perfettamente pulite. E invece, «l’asciugamani ad aria calda è spesso contaminato nel punto in cui esce il getto surriscaldato. Il calore dell’asciugamani è infatti la temperatura perfetta per incoraggiare la loro crescita». A sostenerlo è Keith Redway, professore di Microbiologia e Biologia molecolare alla Westminster University, intervistato dal Daily Mail. «Questo può incrementare il numero di germi di uno strabiliante 255 per cento», afferma. «I batteri sono quindi sospinti sulle mani delle persone e nell’atmosfera. E questo può portare spesso alla diffusione di organismi quali la salmonella e l’Escherichia coli».


SECCHIELLO E PALETTA – Durante l’estate, uno dei giochi preferiti dai bambini è utilizzare secchiello e paletta per costruire castelli di sabbia lungo la spiaggia o nei parchi. Un’attività piacevole, ma non così innocua come potrebbe sembrare. I microbiologi giapponesi hanno infatti esaminato 107 buche della sabbia nei parchi pubblici. E circa tre quarti contenevano deiezioni di gatto, mentre quasi in un decimo del totale sono state rinvenute anche le uova del parassita che provoca la pericolosa toxoplasmosi, dannosissima soprattutto per le donne incinta. «Le buche della sabbia scoperte sono un vero pericolo per la salute, in quanto i gatti randagi le utilizzano come lettiere», spiega il dottor Ron Cutler, direttore del dipartimento di Scienze biomediche all’ospedale Queen Mary dell’università di Londra.

 

CLICCA SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SUI RISCHI PER CHI NON USA IL SAPONE



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >