BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MAURITIUS/ Le Terre Colorate: il mistero del deserto cangiante

Pubblicazione:

Terre_colorateR400.jpg

«Dio creò Mauritius e poi il Paradiso terrestre»: così scrisse Mark Twain in Following the Equator per dare un’idea della straordinaria bellezza delle isole situate nell’Oceano Indiano, a circa 900 chilometri dal Madagascar. Natura incontaminata, foreste rigogliose, sabbia bianchissima, acque cristalline, fiumi laghi, sentieri e cascate - tutto a portata di turista -  ne fanno una meta ambitissima. La Repubblica di Mauritius, oltre all’omonima isola principale, comprende l’isola di Saint Brandon, di Rodrigues e le Isole Agalega e la varietà dei suoi paesaggi inediti rispetto al conosciuto la rendono, effettivamente, la cosa più simile a come si può immaginare il paradiso.    

 

Lunga 58 km larga 47 km da est a ovest, l'isola principale corrisponde all’incirca all’area metropolitana di Londra e le sue ridotte estensioni permettono a chi vi si inoltra di godere delle sue peculiarità pur non avendo a disposizione molto tempo. Tra tutte, una delle zone che maggiormente merita di essere visitata, è quella a 4 chilometri a sud del villaggio Chamarel, poco distante dalle cascate di Tamarin. Si tratta di un variopinto “mini-deserto” immerso nel verde, dai risvolti suggestivi e misteriosi: le terre colorate di Chamarel.

 

 

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO



  PAG. SUCC. >