BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FANTASMI A GENOVA/ Ad Halloween nel capoluogo ligure si organizza il Ghost Tour

Pubblicazione:

genova_R400.jpg



GLI INCAPPUCCIATI DI SAN COSMA -
Chi sono quei loschi figuri, avvolti in manti neri e da cappucci che ne coprono il volto? Capita di incontrarli, nelle notti prive di Luna, nella chiesa di San Cosma. Sono gli spettri di uomini che un tempo appartennerono alla antiche congregazioni della città. A Genova come in molte città medievali, esistevano numerose congreghe, fraternità, associazioni. In particolare a Genova come in gran parte della Liguria, c’era l’usanza di portare in processione enormi crocefissi dal peso davvero notevole. Forse gli spettri di San Cosma sono i membri di una di queste fraternità.

IL DORIA INSANGUINATO - Tra le apparizioni più raccapriccianti vi è indubbiamente quella della Chiesa di San Matteo: lo spetto di un Doria, un tempo la famiglia nobiliare più importante della città, appare nella piazza antistante la chiesa. Le sue mani grondano sangue. Lentamente si avvicina alla costruzione, per poi sparire all’interno di una colonna. Inutile provare a fermarlo o a interloquire. Lui procederà dritto ignorandovi. 

LA STREGA CATERINA - Siamo in piazza Banchi, così chiamata per i banchetti in cui i genovesi prestavano soldi in cambio di interessi dove, secondo il dire comune, nacquero appunto le banche. Lì, intorno al 1660, il podestà ordinò di bruciare la strega Caterina Cappoini, colpevole secondo le accuse di aver provocato una carestia. Ancora adesso, in ogni momento dell’anno, si racconta che una delle piastrelle che pavimentano la piazza sia sempre calda come se quel fuoco che bruciò la donna fosse ancora acceso.


CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO




 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >