BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BUNGA-BUNGA/ La web-mania parte con Fede, Gheddafi e Berlusconi, ma finisce in bufala

Pubblicazione:

danza_africana_R400.jpg

"Bunga Bunga" è tra i termini più twittati delle ultime ore e in rete sta diventando un tormentone. Emerso dai resoconti di Ruby, la diciassettenne di origine marocchina che ha racconta le feste di Berlusconi ad Arcore, sembra un rituale di provenienza libica, tanto che Silvio Berlusconi lo avrebbe imparato niente meno che da Gheddafi. Ma che sarà mai questo misterioso "Bunga Bunga" che, almeno nel Bel Paese, "minaccia" di scalzare il record del "Waka Waka"? scavando in rete lo si ritrova in una famosa barzelletta raccontata da Berlusconi, forse una delle sue preferite.

 

ESPLODE IL TORMENTONE BUNGA BUNGA - Sulla Rete si è scatenata la caccia al vero significato di “bunga bunga”. Tutto per via delle dichiarazioni di Ruby, la ragazza marocchina che ha parlato delle visite nella villa di Arcore. Su Twitter in poche ore è diventato una delle parole che “rimbalzano” di più. I blog fanno a gara per darne il vero significato, o anche per scherzarci sopra. Di fatto è il nuovo tormentone della Rete che, dicevamo, si candida a superare anche il popolarissimo Waka Waka. C’è anche chi ha tirato in ballo Gianni Morandi e la sua popolarissima “Andavo a 100 all’ora”: di fatto a inizio pezzo lo si sente canticchiare “dunga dunga”. Su blog popolari come “spinoza” qualcuno ha sagacemente commentato: “La ragazza racconta il rituale del "bunga bunga", esclude di aver fatto sesso con il premier, solo "waka waka"”. Su Youtube ovviamente non si sta con le mani in mano: qualcuno ha preso il clip del celeberrimo film con John Belushi, “Animal House”, la scena della festa studentesca. Invece del grido del futuro Blues Borhters “Toga! Toga!” che invitava ai festeggiamenti, è stato messo “Bunga! Bunga!”. Il blog “wittgenstein”, poi, altro popolare forum della Rete, precisa nel suo classico stile: “Non so se lo scrivo per sottolineare che sono anziano, per un’indagine filologica o per mostrare la mia competenza da vecchio cronista sul tema del giorno: ma nella versione pisana della barzelletta di quando ero ragazzo io l’espressione era “bumba bumba” invece che “bunga bunga””. Già, perché si tratterebbe di una barzelletta, anche piuttosto vecchia. Ma pochi sanno che…

 

CLICCA SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER SAPERNE DI PIU' SUL BUNGA BUNGA DI BERLUSCONI E FEDE



  PAG. SUCC. >