BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ACQUA E VELENI/ L’80% dei fiumi nel mondo sono contaminati: a rischio gli acquedotti di sei regioni italiane

Pubblicazione:

fiumi_inquinati_r375.jpg

Le risorse idriche del nostro pianeta sono malate. L'allarme è partito dalla rivista Nature. Circa l’80% della popolazione del mondo vive in aree dove le riserve di acqua corrente non sono sicure. Da questa minaccia sono toccati in modo più grave circa 3,4 miliardi di persone, la metà degli abitanti della Terra. In che condizione è l'acqua che arriva nelle nostre case? E quella che beviamo?
 

DIGHE E INQUINAMENTO - Un’equipe di studiosi guidata da Charles Vorosmarty della City University di New York e da Peter McIntyre dell’Università del Wisconsin hanno appena pubblicato una ricerca che fa il punto della situazione. Lo studio «per la prima volta raccoglie tutta la nostra conoscenza sotto un unico modello globale di sicurezza delle acque e perdita della biodiversità», sottolinea Gary Jones, direttore dell’eWater Co-operative Researce Centre di Canberra, in Australia. Il quadro che emerge – come sottolinea Il Fatto Quotidiano - è quello di un pianeta in cui le risorse idriche sono sfruttate in modo globalmente squilibrato. L’approvvigionamento dell’acqua, potabile e non, oggi deriva soprattutto da un lavoro di ingegneria. Dighe, drenaggi e riserve sono il modo in cui l’uomo risolve i problemi della scarsità e dell’inquinamento delle falde. La soluzione tecnologica ha però due controindicazioni.

 

CLICCA QUI O SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SUI FIUMI INQUINATI



  PAG. SUCC. >