BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ACQUA E VELENI/ L’80% dei fiumi nel mondo sono contaminati: a rischio gli acquedotti di sei regioni italiane

Pubblicazione:

fiumi_inquinati_r375.jpg

 

 

LA RETE COLABRODO - L’associazione ha denunciato nel libro bianco sull’emergenza idrica del 2007 e in altri rapporti successivi, la situazione in cui versa il nostro Paese. Con il 60% di acqua destinato a usi agricoli e il 42% di perdita dai tubi colabrodo (con punte del 70% a Cosenza), la rete di distribuzione andrebbe completamente rinnovata. L’acqua inoltre ha un costo troppo basso (52 centesimi al metro cubo, la metà della media europea) che induce inevitabilmente allo spreco. «Da oltre un decennio - sostiene Le Donne - ad occhi esperti di tutto il mondo, risulta sempre più chiaro che il modello di gestione delle acque nelle nostre città (basato sul ciclo prelievo, distribuzione, utilizzo, fognatura, depuratore e re-immissione finale) non è sostenibile, perché comporta un uso eccessivo di risorse idriche di altissima qualità. Perché, ad esempio, per scaricare un WC si fa uso di acqua potabile? Tutto questo genera uno spreco enorme senza ridurre l’inquinamento».

 
DISTINGUERE TRA DESTINAZIONI D’USO - E prosegue Le Donne: «La sfida della gestione della risorse idriche non si riduce alla semplice e demagogica questione: lasciamo tutta scorrere così come natura crea. Questo modello sarebbe insostenibile, oltre che improponibile alle società di oggi. Al contrario chi si occupa di ambientalismo scientifico propone un nuovo approccio addirittura più complicato di quello che ci hanno proposto e imposto finora e che è altrettanto insostenibile come il primo. La via d’uscita, invece, è quella di superare l’approccio per cui prima si sommano le richieste idriche (industriali, agricole, civili) e poi si cerca disperatamente di soddisfarle».

 

CLICCA QUI O SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SUI FIUMI INQUINATI
 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >