BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

L’ISOLA DELLE BIONDE/ Una società della Lituania vuole costruire un resort alle Maldive gestito da sole ragazze… bionde

Pubblicazione:

isoladellebionde_R400.jpg



E poi: centri benessere, pizzerie, ristoranti, club, impianti sportivi. Una città del piacere e del benessere, insomma. Il nome di questa città incantata? “Olialia Paradise”, anche se dice la signora Pukiene che potrebbe cambiare.

LE LEGGI DELLE MALDIVE – Riusciranno le nostre bionde nel loro progetto? Sembra difficile. Le Maldive sono un paese musulmano e hanno una legislazione ad hoc anche per quanto riguarda il turismo. Ma, musulmani o no, sono molte le voci che si sono alzate per criticare il progetto della Olialia. C’è chi parla di razzismo ad esempio: perché offrire lavoro solo alle bionde? E le ragazze dai capelli neri o castani non meritano di lavorare?

Pronta la risposta della ineffabile signora Pukiene: “E’ un dato di fatto” dice “che le ragazze dai capelli neri quando si trovano a lavorare fianco a fianco con ragazze bionde, decidono di tingersi i capelli biondi. Questo perché tutte, in fondo in fondo, vorrebbero essere bionde”. C’è poi chi suggerisce che tutta l’iniziativa nasconda ben altri fini: “Il loro unico motivo di vendita è ‘donne baltiche e sesso’”.



CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER LEGGERE DEL PROGETTO DELL'ISOLA DELLE BIONDE ALLE MALDIVE


 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >