BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LA CLASSIFICA/ ForeignPolicy: ecco gli ex-Presidenti "peggiori" della storia recente

Pubblicazione:

gerhard_schroeder_R400.jpg

Il sito ForeignPolicy.com ha stilato una classifica dei peggiori ex presidenti che abbiano calcato la scena politica degli ultimi anni. "Molti degli ex-presidenti e primi ministri si sono impegnati per migliorare il mondo, o almeno per non lasciare traccia del loro passaggio. Questi cinque non hanno fatto nessuna delle due cose". Così il giornalista introduce la sua classifica: ripercorrendo la carriera di questi cinque politici si analizzano le decisioni e le strategie per le quali saranno ricordati come i peggiori 'ex'.

 

GERHARD SCHRODER – Cancelliere tedesco 1998-2005 – Schroder è stato sempre un affidabile cancelliere filo-russo, respingendo le critiche nei confronti dell’atteggiamento di Mosca sui diritti umani e descrivendo l’allora presidente Vladimir Putin come un «perfetto democratico». Ma, come scrive Foreignpolicy.com, «il pubblico tedesco è comunque rimasto scioccato dal cinismo sfacciato del suo atto finale». Meno di un mese prima di ritirarsi dalla politica, Schroder è riuscito a ottenere un prestito da 1,4 miliardi di dollari da Gazprom, il monopolista del petrolio della Federazione russa in precedenza gestito dall’attuale presidente Dmitrij Medvedev. Quindi, subito dopo essersi ritirato, Schroder ha accettato la presidenza del discutibile progetto di Gazprom per il gasdotto Nord Stream, che aumenterà la dipendenza della Germania dal gas naturale russo e che era stato approvato mentre Schroder era in carica. Le azioni di Schroder sono state un grande scandalo politico in Germania, con il pubblico che si domandava comprensibilmente perché sia stato così smanioso di negoziare l’accordo sul gasdotto come prioritario. Schroder ha dichiarato a un giornale tedesco, «non mi sembra di aver fatto nulla di male». Più di recente, Schroder è entrato a far parte del comitato della filiale russa della BP, la TNK-BP, (i cui proprietari inglesi hanno accusato il governo russo di stare cercando di mettere loro i bastoni fra le ruote per costringerli a lasciare il Paese).

 

CLICCA SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER PROSEGUIRE LA LETTURA DELL'ARTICOLO



  PAG. SUCC. >