BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TIPI STRAVAGANTI/ (Video) Il concorrente anti-affitti sbaraglia i politici vecchio stile

Pubblicazione:

mcmillanR400.jpg
<< Prima pagina

 
E registrando la discesa in campo dell’Istituto americano per i baffi, che per la prima volta nella storia ha abbandonato la sua imparzialità per appoggiare il candidato baffuto. Come rivela il giornale The Atlantic, il presidente dell’Istituto, Aaron Perlut, ha scritto una lettera al candidato: «In quanto erede dei valori dell’America coi baffi, lei rappresenta tutto ciò che c’è di buono e decoroso negli Stati Uniti ed evidentemente è la persona più qualificata per guidare il grande Stato di New York». Ex istruttore di arti marziali e per questo soprannominato Rambo, Mcmillan vanta del resto una lunga carriera come candidato, conclusasi sempre con colossali fallimenti. Si è candidato per la prima volta nel 1993 alla carica di sindaco di New York come indipendente.

 

Nel corso della campagna elettorale, a un certo punto si è legato a un albero e si è inzuppato i vestiti di benzina. In seguito si è arrampicato sul ponte di Brooklyn e ha rifiutato di scendere fino a quando le stazioni televisive non hanno mandato in onda il suo messaggio. E alla fine è stato estromesso dalla sfida elettorale per avere raccolto 300 firme in meno rispetto alle 7.500 necessarie secondo la legge. McMillan nel 1994 si è quindi candidato come governatore di New York, percorrendo a piedi l’intero territorio dello Stato e dormendo in rifugi per clochard trovati per strada. Arrivando nella città di Buffalo, scelta come sede della convention del Partito democratico, McMillan arrivò giusto in tempo per interrompere il discorso del candidato Mario Cuomo ed è stato gettato fuori a forza dalla sala.


CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >