BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TRADITO DAL BASKET/ Earle Barranco, un assassino, inseguito in mezza America, va a vedere la partita: arrestato

Pubblicazione:

Earle Barranco, l'assassino che amava troppo il basket  Earle Barranco, l'assassino che amava troppo il basket

La passione per lo sport può far brutti scherzi. Non ditelo a Earle Barranco, ricercato in tutta l’America per omicidio, che non ha saputo resistere alla tentazione di andare alle partite di basket. Ovviamente lo hanno beccato e arrestato.

L’OMICIDIO –
Il 23 ottobre scorso la Grande Mela è testimone dell’ennesimo atto di violenza consumato nelle sue strade. Esattamente nel quartiere di Chelsea, al ristorante Good Stuff. Qui, un uomo di colore, più tardi identificato da decine di testimoni come Earle Barranco, 24enne, abitante a Brooklyn ma originario delle Bahamas, uccide un altro uomo.

La vittima è Corey Scott, 28 anni. Immediatamente l’FBI si mette sulle sue tracce diramando un mandato di arresto valido per ogni stato della federazione americana. Le autorità giudiziarie americane lo vanno a cercare anche alle Bahamas, dove ancora vive il padre. Motivo della fredda esecuzione? Sembra che Earle avesse dei debiti di soldi verso Corey e che questi lo avesse convocato affinché saldasse le sue pendenze. Earle ha preferito risolverli così: sparando e uccidendo Corey. E dire che i due erano anche stati amici, come emerso dalle testimonianze.


CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER LEGGERE LA STORIA DI EARLE BARRANCO E ALTRI CASI DI DELINQUENTI POCO FURBI



  PAG. SUCC. >