BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BANDIERE/ Il Myanmar cambia bandiera, suscitando polemiche. Ma altre popolazioni vorrebbero fare lo stesso

Pubblicazione:

La nuova bandiera della Birmania  La nuova bandiera della Birmania



Il Mramna in birmano è inoltre la lingua scritta ed è forse questa l'origine del nome attuale. Solo nel 1989, venne imposto il nuovo nome dalla giunta militare, soppiantando quello precedente di Birmania, nome ufficiale dal 1948 al 1989, come avvenne per Rangoon, ora Yangon, nel tentativo di ingraziarsi le minoranze etniche. Adesso è giunto il cambio di bandiera.

Quella precedente era fatta da un campo rosso (simbolo di valore e coraggio) in cui sulla sinistra in alto era posto un quadrato blu (simbolo della pace e della stabilità) con all’interno una pannocchia di riso (simbolo della classe contadina) e un pignone (simbolo della classe operaia) circondati da 14 stelle (una per ogni stato e divisione). Adesso si cambia: la bandiera diventa composta da tre strisce orizzontali, la più bassa rossa (simbolo del valore), quella in mezzo verde (simbolo della pace) e quella superiore gialla (simbolo della solidarietà). Al centro, una stella bianca. In conmteporanea cambia nuovamente anche il nome dello stato, che diventa Repubblica dell’Unione del Myanmar e non più Unione del Myanmar.

Tutti contenti? Non proprio. Il dibattito è molto acceso, la cosa non è stata accettata di buon grado dalla popolazione. C’è chi la considera “una schifezza” dal punto di vista grafico: “Sembra fatta con un programmino di grafica per computer da quattro soldi”. C’è chi invece ne dà una lettura squisitamente politica, vista la brutalità del regime dei militari: “Il giallo sta per Than Shwe (il capo del regime) il verde per i soldi e il rosso per il sangue”.



CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER LEGGERE I CASI DI POPOLI CHE VOGLIONO CAMBIARE BANDIERA

 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >