BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NEW YORK/ Un anniversario risveglia la maledizione del diamante «Hope»

Pubblicazione:

diamante-hope-r400.jpg

 

 

NON ERA SUPERSTIZIOSA, MA... - McLean, in preda all’angoscia, divorziò dalla moglie, cominciò a bere e nel 1933 un tribunale lo dichiarò incapace di intendere e di volere, costringendolo a rinunciare alla direzione del Washington Post. Evelyn era però una donna libera e non credeva nelle superstizioni. Continuò quindi a esibire il diamante in bella mostra sul decolté. Nel 1946 sua figlia si suicidò con un’overdose di barbiturici. Tempo prima, in occasione del suo matrimonio, aveva indossato il diamante Hope. Evelyn lo tenne fino al giorno in cui morì.
 

ANNIVERSARIO INQUIETANTE - Harry Winston, terrorizzato da questa serie di sventure, poco dopo avere ricevuto il diamante lo donò allo Smithsonian Institution di Washington, dove si trova da 50 anni. Nel corso dei quali non si sono più verificate disgrazie, anche se le celebrazioni previste a New York in questi giorni potrebbero tornare a risvegliare le proprietà malefiche del diamante «Hope».
 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.