BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MONDAINI – VIANELLO/ Ci hanno lasciati una dietro l’altro la coppia tv di un humour intelligente

Pubblicazione:

vianello_mondainiR400.jpg

L'inizio insieme - Si erano conosciuti durante una cena a casa Bramieri nel 1958. Entrambi fidanzati, entrambi dopo poco tempo si innamorano. Raimondo dichiara il suo amore. Lei all'inizio lo snobba, poi ci ripensa e non si lasciano più, ma si chiede: "E io dovrei restare tutta la vita con questo qua?". Sì. Tutto insieme. Prima il teatro, le trasmissioni tv, poi il cinema. Prima in Rai e poi in Fininvest. Sempre fianco a  fianco per 340 puntate di Casa Vianello, cinque serie di Cascina Vianello e, per finire, Crociera Vianello.

La nuova tv - Si è parlato della fine di due maestri, soprattutto descrivendo la carriera professionale di Raimondo. L'Osservatore Romano, riconosce come, forse, Raimondo non ha fatto troppa fatica ad essere il numero uno, perchè di gente di quella caratura l'Italia non ne era piena in quegli anni. Fatto sta che lui ha insegnato un nuovo modo per fare ridere. Per prendere in giro i difetti degli italiani (anche le passioni più sacre come il calcio nella sua conduzione a Pressing su Italia Uno a partire dal 1991). E il suo valore aggiunto era Sandra, la spalla, se non la protagonista, e, spesso e volentieri, mira di battute e scherzi da parte del marito.

Lei milanese, figlia del pittore Giacinto Mondani, lui romano, figlio di un ammiraglio, deve il suo successo al cinema e agli sketch televisivi con Ugo Tognazzi. Lei veniva dal mondo della moda: aveva lavorato come modella negli anni Quaranta, poi il debutto sul palcoscenico con una piccola parte in una commedia, "Ghe pensi mi", di Marcello Marchesi, al Teatro Olimpia di Milano. Ma la notorietà arriva  qualche anno dopo con la tv: Sandra è infatti in onda dal primo giorno di trasmissioni Rai con "Settenote", poi con Mike Bongiorno in "Fortunatissimo". Nel corso della trasmissione "Io e la Befana", abbinata, alla lotteria di Capodanno, Sandra interpreta per la prima volta il personaggio del pagliaccio  Sbirulino, che la renderà ancora più famosa.

Sono stati bravi, hanno detto i critici, perchè hanno riproposto per anni lo stesso format senza mai stancare. La stessa trama della coppia che bisticcia, che si punzecchia, tenendo incollati i telespettatori per ore a sorridere e a  riconoscere la piccolezza dei litigi quotidiani in famiglia. Emblematica la frase che Raimondo rivolge a Sandra nell'ultima puntata di Crociera Vianello: "In tanti anni ho cercato sempre di tradirti… ma non ci sono riuscito mai". Compagni in tutto ma divisi soltanto al cimitero. Lei sepolta a Lambrate a Milano vicino alla madre, lui a 600 chilometri di distanza, al Verano a Roma.

(Ilaria Morani)
 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.