BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RICORDO/ Il piccolo Arnold (Gary Coleman), tanta voglia di vivere ma anche molti lati oscuri

Pubblicazione:

gary_coleman_piccolo_arnoldR400.jpg

"Ma che cavolo stai dicendo Willis?". Così il piccolo Arnold (Gary Coleman) si rivolgeva al fratello Willis (Todd Bridges) nella fortunata serie americana, cult degli anni '80, "Il mio amico Arnold" ("Diff'rent Strokes"), andata in onda per otto stagioni dal 1978 al 1986. Era la storia di due fratellini di colore, Arnold e Willis appunto, adottati dalla famiglia Drummond, bianca e ricca. A quel tempo Gary era solo un bimbo, ma le fattezze sono rimaste tali e quali negli anni a causa di una grave malattia di cui ha sempre sofferto, la nefrite, che ha bloccato la sua crescita a 142 centimetri. Coleman è morto nella sua abitazione di Santaquin nello Utah all'età di 42 anni il 28 maggio scorso, si presuppone, dopo un incidente domestico che lo ha fatto entrare in coma.

Una vita sotto i riflettori - Una vita difficile sempre sulla prima pagina di riviste e siti di gossip, tra problemi di salute, difficoltà legali ed economiche e una vita privata sempre sul filo del rasoio. Aveva abbandonato il cinema subito dopo la famosa serie e aveva anche pensato a una carriera politica come governatore della California nel 2003, anno in cui però vinse Arnold Schwarzenegger.

Coleman all'inizio del 2010 era stato arrestato dalla polizia dello Utah per violenze domestiche, forse a discapito della moglie, Shannon Price, 24enne, conosciuta nel 2006 sul set del film "Church Ball". Nel 2008 era finito in prigione per avere investito un uomo in strada. Nel 1998 era stato condannato a 90 giorni di prigione per avere picchiato una donna che gli aveva soltanto chiesto un autografo. E ancora. Nel 1990 aveva denunciato i genitori adottivi, perché convinto che gli stessero sottraendo molti soldi dal suo conto bancario. I problemi economici sono sempre stati di sfondo alla sua vita, infatti, benchè guadagnasse fino a 100.000 dollari per ogni puntata di "Arnold", Coleman nel 1999 è stato costretto a presentare istanza di fallimento.

Dopo due trapianti di reni quando era più giovane, Gary doveva subire una dialisi quotidiana. In questo, nelle cure mediche, finivano tutti i suoi risparmi, e nella sua passione per i trenini giocattolo, di cui, si dice, ne avesse la casa piena.

Rottura con la moglie - Ma è stata la moglie a finire sulle prime pagine dei giornali scandalistici nei giorni della morte dell'ex bambino prodigio. Come già aveva annunciato il noto sito di gossip statunitense tmz.com, da novelli sposi "litigavano ogni giorno", ed erano considerati "una polveriera in attesa di esplodere". La rottura è arrivata nel 2008 quando i due si sono lasciati con un divorzio, ma continuando a vivere sotto lo stesso tetto nella imponente villa di 3 piani del valore di 200.000 dollari. Inutili i tentativi di ricomporre una nucleo famigliare anche quando la coppia si era presentata allo show televisivo "Divorce Court", davanti a un giudice, per raccontare i loro problemi.

 



  PAG. SUCC. >