BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VOLERE-VOLARE/ Gli aeroporti-bonsai: da Lampedusa all'isola d'Elba tutti ne vogliono uno

Pubblicazione:

aeroporto-lampedusa-r400.jpg

 

24 AEROPORTI DI TROPPO - Non a caso le società Nomisma, One Works e Kpmg, su commissione dell’Enac, hanno messo a punto un documento per la riorganizzazione del sistema aereo nazionale. Che dopo avere studiato il problema sotto tutti i punti di vista, giunge a una conclusione: in Italia ci sono 24 aeroporti di troppo. Cioè, per l’esattezza Aosta, Cuneo, Albenga, Bolzano, Brescia, Parma, Forlì, Rimini, Ancona, Siena, Elba, Grosseto, Perugia, Pescara, Roma Ciampino, Foggia, Salerno, Taranto, Crotone, Reggio Calabria, Comiso, Pantelleria e Tortoli. Piste senza passeggeri - a Siena ne transitano non più di mille l'anno - o con scarse potenzialità di crescita come Ciampino. Che riceve ogni anno dallo Stato circa 2,5 milioni di euro di sovvenzioni (solo per il servizio di assistenza in volo e per i vigili del fuoco) senza le cui sovvenzioni non potrebbe sopravvivere. Secondo la ricerca voluta dall’Enac, ciascun aeroporto necessiterebbe di un traffico minimo di 500mila persone l'anno per sperare di arrivare all'equilibrio economico.
 

I NUOVI AEROPORTI - E nel 2009 in Italia solo 25 aeroporti su 100 contavano un numero di passeggeri superiore. Ma non sarà facile risolvere il problema. Come scrive Repubblica, è già in cantiere un nuovo scalo a Viterbo. In Sicilia l’aeroporto di Comiso (Ragusa) è pronto da due anni ma ancora fermo, e nel frattempo è costato 53 milioni di euro di soldi pubblici. In Toscana Firenze, con 1,3 milioni di transiti da gennaio a fine settembre, è già stata superata da Pisa, a quota 3,2 milioni grazie alle compagnie low-cost. Ma le istituzioni locali stanno cercando di fare rinascere anche Siena. Nel Nord Italia tra Venezia e Torino ogni 50 chilometri c'è una pista d'atterraggio.
 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >


COMMENTI
09/11/2010 - tutti vogliono il loro aeroporto (lozzi franco)

e ci siamo dimenticati degli aeroporti che aspettano da anni il loro primo volo commerciale: LECCE LEPORE,GROTTAGLIE(TA)COMISO,L'AQUILA,SALERNO PONTECAGNANO,TORTOLI, REGGIO EMILIO,CARPI,FERRARA(ADDIRITTURA DUE)PAVULLO,AQUINO(MA QUI NON VOGLIONO AEREI)AREZZO,TRENTO,FOLIGNO,PADOVA...L'ELENCO è COSI LUNGO CHE MI SONO STANCATO. E TUTTI FATTI CON DENARO PUBBLICO........