BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VOLERE-VOLARE/ Gli aeroporti-bonsai: da Lampedusa all'isola d'Elba tutti ne vogliono uno

Pubblicazione:

aeroporto-lampedusa-r400.jpg
<< Prima pagina

 

CONFRONTO CON L’EUROPA - Per ciascuno di questi Paesi, il centro studi ha infatti messo a confronto il numero di voli a settimana del principale aeroporto nazionale, dei dieci più sviluppati e di tutti gli altri. E come sottolineano i ricercatori, «in queste tre graduatorie si ravvisa una delle principali difficoltà per chi opera nel mercato italiano: la frammentazione della domanda su un numero elevato di aeroporti. L’Italia è ultima per quanto riguarda le quote di mercato dei suoi aeroporti principali, ma prima per quanto riguarda la quota di quelli secondari». Non a caso, sul principale scalo britannico (Heathrow) si attesta il 22% dell’offerta di voli da o per il Regno Unito; Francoforte ha il 20% dell’offerta da o per la Germania; il 16% è la quota di Parigi Charles De Gaulle in Francia, e il 14% quella di Madrid in Spagna.
 

IL 50% DEI VOLI DA MINI-SCALI - Mentre sull’aeroporto principale italiano (Fiumicino) si attestano solo il 13% dei voli da e per l’Italia. Le quote di mercato dei principali dieci aeroporti sui totali nazionali restituisce la stessa graduatoria: dal 68% totale dei primi dieci aeroporti inglesi (mercato più concentrato) fino al 50% dei primi dieci italiani (mercato più frammentato). Ulteriore conferma di questi caratteri dei diversi mercati geografici è data infine dal confronto delle quote degli aeroporti minori, che in Italia hanno il 50% del mercato, in Francia e Spagna il 46%, in Germania il 345 e in Inghilterra il 32%.
 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
09/11/2010 - tutti vogliono il loro aeroporto (lozzi franco)

e ci siamo dimenticati degli aeroporti che aspettano da anni il loro primo volo commerciale: LECCE LEPORE,GROTTAGLIE(TA)COMISO,L'AQUILA,SALERNO PONTECAGNANO,TORTOLI, REGGIO EMILIO,CARPI,FERRARA(ADDIRITTURA DUE)PAVULLO,AQUINO(MA QUI NON VOGLIONO AEREI)AREZZO,TRENTO,FOLIGNO,PADOVA...L'ELENCO è COSI LUNGO CHE MI SONO STANCATO. E TUTTI FATTI CON DENARO PUBBLICO........