BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

AEROPORTI/ «Sciopero» dei passeggeri contro i body scanner

Pubblicazione:

tsa-scanner-image-r400.jpg
<< Prima pagina

 

 

IMMAGINI CONSERVATE - Ovviamente, la Tsa ha giurato più volte che gli scanner non conservano né possono trasmettere nessuna delle foto compromettenti con i viaggiatori ritratti completamente nudi. Ma sempre secondo il sito boingboing.net, che cita la Cnn come fonte della notizia, «la Tsa ha mentito. I documenti, che includono specifiche tecniche e contratti di vendita, indicano che la Tsa richiede ai fornitori di provvedere equipaggiamenti in grado di conservare e inviare le immagini dei passeggeri sottoposti a scansioni quando le macchine sono in modalità di prova».
 

FOTOGRAFA LA COLLEGA - Un’altra storia di abusi nell’utilizzo dei body scanner integrali è raccontata dal quotidiano inglese «The Sun». Secondo il tabloid, un portavoce di Scotland Yard ha dichiarato: «La polizia ha ricevuto una denuncia relativa a un incidente avvenuto al Terminal 5 di Heathrow il 10 marzo scorso. Un avviso di garanzia per molestie sessuali è stato inviato a un 25enne. Il dipendente della British Airways aveva scattato una foto di una collega, Jo Margetson, mentre passava inavvertitamente attraverso il body scanner». Jo Margetson ha raccontato al Sun: «E’ una cosa che mi dà fastidio anche solo a pensarci. Sono totalmente traumatizzata. Ne ho parlato con la polizia. Sono troppo agitata per andare a lavorare».
 

 

MA NON VEDE LE BOMBE - Eppure, nonostante l’invasività del body scanner integrale, la tv tedesca ha mostrato un suo giornalista che superava i controllo portando nascosti con sé diversi oggetti pericolosi o vietati. Il macchinario è riuscito a individuare il cellulare, il coltellino svizzero e il microfono, ma non ha notato tutte le componenti per realizzare una bomba nascoste in vari punti del suo corpo.


(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.