BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

I MISTERI DELLA GIOCONDA/ Una nuova scoperta avrebbe individuato negli occhi di Monna Lisa le iniziali di Leonardo

Pubblicazione:

gioconda_r400.jpg



Ebbene, secondo questi studi Monna Lisa inizialmente aveva ciglia e sopracciglia, una mano coperta e l’altra in una posizione differente da quella attuale.

MA CHI ERA LA GIOCONDA? – Il mistero che comunque appassiona di più da sempre è quello riguardo l’identità della donna raffigurata. Qualcuno ha anche detto trattarsi di un autoritratto di Da Vinci stesso. Altri hanno detto trattarsi di un ragazzo, a sottolineare l’identità omosessuale di Leonardo, motivo per cui avrebbe tenuto sempre nascosto il quadro. Una ipotesi avvalorata da documenti dell’epoca ritiene che la donna sia stata Lisa Gherardini, seconda moglie di Francesco Del Giocondo, un ricco setaiolo di Firenze.

Fu Giorgio Vasari nel suo “Vite” del 1550 a chiamare per primo Monna Lisa il dipinto. Perché allora il quadro venne tenuto nascosto? Semplice: il committente non sarebbe stato il marito, ma l’amante, che rispondeva al nome di Giuliano dei medici. Altre ipotesi sull’identità della donna: Isabella d’Este di Ferrara, di cui Leonardo aveva disegnato il profilo e che somiglierebbe a quello di Lisa. Per altri sarebbe Isabella Gualandi, gentildonna napoletana molto legata – nuovamente – a Giuliano dei Medici.


CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER LEGGERE DELLA NUOVA SCOPERTA NEL DIPINTO DELLA GIOCONDA

 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >