BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VACANZE PERICOLOSE/ Mogadiscio: arriva il primo turista dopo vent’anni. E’ un canadese

Pubblicazione:

Mike Brown fa turismo a Mogadiscio  Mike Brown fa turismo a Mogadiscio
<< Prima pagina



TURISTA NON PER CASO – Mike Spencer Brown, 41 anni, canadese, ha imbracciato uno stile di vita che piacerebbe a tante persone. Dopo aver lavorato per anni come agricoltore, venditore di bigiotteria, importatore di mobili dall’Indonesia e chissà che altro, un bel giorno ha venduto tutti i suoi averi. Tutto ciò che ha adesso è uno zaino con lo stretto necessario per vestirsi. E ha deciso di passare il resto della sua vita a girare il mondo, sorta di turista obbligato: ha già visitato 160 nazioni.

Dal natio Canada ai villaggi dei pigmei nel Congo, dalla Groenlandia al Kazakistan. E anche zone di guerra come Afghanistan e Iraq. Trovandosi già in Africa, nelle ultime settimane, si è detto: perché la Somalia no?

PEACE HOTEL - Perché no? Semplice: perché in Somalia non entrano turisti esattamente da vent’anni. Quando infatti è sceso da un volo all’aeroporto di Mogadiscio, i funzionari lo hanno guardato sbalorditi e gli hanno detto di risalire immediatamente sul velivolo. Hanno cercato di consegnarlo ai caschi verdi delle truppe per la pace ugandesi. Mike Brown non ci ha pensato nemmeno, ha usato tutti gli espedienti che gli venivano in mente ed è riuscito a rimanere. Quanto?

Solo 48 ore,che comunque oggigiorno a Mogadiscio non è che sia molto da vedere. Con una t-shirt con su scritto “I Love Turkey” e il suo immancabile zainetto, si è recato al Peace Hotel (nome stravagante per il luogo dove si trova) con vista su una bella spiaggia infestata di mine. Tutti lo guardavano incuriositi: qua si vedono solo guerriglieri e sempre più rari cooperanti di associazioni religiose o pacifiste.


CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER LEGGERE DI MIKE BROWN PRIMO TURISTA IN SOMALIA DOPO VENT'ANNI

 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >