BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DESERT THERAPY/ Stressati per la corsa ad accaparrarsi i regali di natale? La deserto-terapia ti fa staccare da tutto e tutti

Pubblicazione:

sahara_R400.jpg



Si può dormire nell’eco-abitazione che si trova nell’oasi di Dar Horcani, costruita attorno a una sorgente di acqua sulfurea che sgorga a 74 gradi di temperatura. Proseguendo, si arriva alla cosiddetta “porta del Sahara”, la cittadina di Douz. Dalla strada si passa alle piste le dune diventano sempre più alte, la sabbia sempre più rossa.

Ecco la montagna di Timbaine, sorta di anfiteatro naturale. Prenotando ci si può poi recare al Parco Nazionale di Jbil, riserva naturale di 150.000 ettari. Quindi la sosta notturna a Camp Mars, dove ci sono 35 tende dotate di speciali suite con doccia esterna. Si cena a thè verde e champagne mangiando agnello cotto in otri di terracotta sotto le ceneri il tutto con vista sulle dune. Per chi decide di fare due notti nel deserto, il programma include anche gite con il dromedario o a cavallo.

Le gite prevedono mete come Ong El Jemal, un promontorio roccioso a forma di collo di cammello (da cui il nome) con una vista panoramica sul deserto. Questa zona è stata la location per film come Il paziente inglese e poco distante c’è il villaggio dove fu girato parte del primo Guerre Stellari.


CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER LEGGERE DELLA TERAPIA DEL DESERTO

 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >