BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TASSA DI SOGGIORNO/ La Capitale e l’ospitalità dei romani: un mito che crolla?

Pubblicazione:

romcaturismoR400.jpg

CHI E' A FAVORE - La maggioranza, ovviamente, si mostra entusiasta dell’iniziativa: «Dopo mesi di concertazione – dice il vicesindaco Mauro Cutrufo - si è approvato definitivamente il regolamento e dal primo gennaio partirà il contributo di soggiorno». Secondo Cutrufo è un fatto epocale perché per la prima volta gli ospiti della Capitale, che sono più di dodici milioni, lasceranno un contributo, cosiddetto di soggiorno, per aiutare a sostenere i servizi della città, anche a loro dedicati». Del resto, un’imposta del genere, sarebbe «pratica comune in quasi tutti i Paesi del mondo» aggiunge, assicurando che «non arrecherà danni al turismo che viceversa per quanto riguarda la Capitale continua ad avere decisamente il segno positivo, in controtendenza con altri luoghi europei ed italiani».

 

CHI E' CONTRO - Non la pensano allo stesso modo le associazioni dei consumatori. «Sarà un duro colpo al settore, è obsoleta e causerà un calo di presenze fino al 7% e del 15-20% sul litorale romano», ha lamentato l'Adoc.


Pareri contrari giungono anche da chi fa parte dello stesso schieramento della maggioranza comunale. Il Ministro del Turismo, Michele Vittoria Brambilla ha manifestato, infatti, la sua «assoluta contrarietà» al provvedimento.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.