BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CENONE DI SAN SILVESTRO/ I consigli a Capodanno per la dieta e contro gli sprechi

Pubblicazione:

oca_tavola_R400.jpg

Cena di san Silvestro i consigli per la dieta e contro gli sprechi - Eccoci arrivati anche quest’anno alla notte di san Silvestro: nelle cucine fervono i preparativi per il cenone di Capodanno e ci si prepara lo stomaco alla grande abbuffata. Ma ce n’è proprio bisogno? Una domanda che riguarda non solo la linea, ma la quantità di cibo che viene sprecato perché preparato in eccesso. Ecco allora i consigli degli esperti dell'Andid, l'Associazione Nazionale Dietisti, che hanno stilato un decalogo per aiutarci in questo buon proposito, che, se vale a Capodanno, potrebbe funzionare tutto l’anno.

Non ricorre a mezzi termini Giovanna Cecchetto, presidente dell’Andid, nel commentare le cattive abitudini del cenone di Capodanno e le dieci regole d’oro rilanciate dai dietisti: «Questa tendenza allo spreco non sente ragioni, economiche o scientifiche. È in crescita perché il nostro stile di vita sta inesorabilmente cambiando: si ha sempre meno tempo da dedicare alla preparazione dei pasti, non si recuperano gli avanzi, si ha una sensazione di ricchezza più per ciò che ci viene proposto che per ciò che ci possiamo permettere». E la presidente dei dietisti aggiunge qualche dato sulla povertà a indicare il significato di questo spreco: «Mentre oltre sette milioni di italiani vivono sotto la soglia di povertà relativa, si buttano al macero cibi buoni perché – dati Istat 2007 – nel 40% dei casi ne sono stati comprati troppi; nel 21% perché ci siamo fatti convincere dall'allettante 'prendi tre paghi due', nel 24% dei casi perché sono scaduti o sono andati a male; nel 9% perché non sono piaciuti; nel 7% dei casi perché non servivano proprio».

CLICCA QUI >> PER LEGGERE L'ELENCO DELLE 10 REGOLE DEI DIETISTI PER IL CENONE DI SAN SILVESTRO



  PAG. SUCC. >