BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Curiosità

ALLARME SQUALI/ Sharm el-Sheikh insanguinata da attacchi a ripetizione

squalo_R400.jpg(Foto)

 

Tra i casi più eclatanti verificatisi quest’anno, quello del 12 gennaio scorso, quando un surfista che si trovava al largo della spiaggia Fish Hoek di Città del Capo, in Sudafrica, è stato tirato sotto la tavola da surf da quello che i testimoni hanno definito come «uno squalo-dinosauro» per via delle sue dimensioni. La vittima è il 37enne dello Zimbabwe, Lloyd Skinner.

 

Il primo febbraio, Lydia Ward, 13 anni, ha messo in fuga a colpi di tavola da surf uno squalo che voleva divorarla. Come riferito dal quotidiano «New Zealand Herald», «i denti del’animale erano già serrati sulla gamba della giovane. Ma la ragazzina ha cominciato a menare colpi sulla testa dello squalo». Impressionante la testimonianza della ragazzina: «Prima di tornare a casa volevo surfare ancora un po'. Poi ho sentito qualcosa di scivoloso passarmi vicino alla gamba. Ho visto mio fratello impallidire. Non ho avuto il tempo di pensare a cosa fare perché lo squalo mi ha afferrato una gamba. Non ho sentito nulla, neanche il dolore. Ho solo cominciato a colpirlo sul muso con la mia tavola». E’ andata meno bene a un surfista sulle coste della Florida che due giorni dopo, il 3 febbraio scorso, è stato ucciso da un pescecane.