BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ Dagli Usa il contraccettivo agli ultrasuoni che manda in pensione il profilattico, ma...

Pubblicazione:

Un apparecchio per irradiare gli ultrasuoni  Un apparecchio per irradiare gli ultrasuoni

 

Per il professor Giovanni Colpi, direttore dell’Unità di Andrologia dell’Ospedale San Paolo di Milano, “quello dell’University of North Carolina è uno studio promettente, in quanto sono 35 anni che la medicina indaga la possibilità di trovare un anticoncezionale maschile senza mai scoprire una risposta. Finora si è tentato con testosterone, dosaggi, abbinamenti con farmaci, il cosiddetto 'pillolo', senza mai individuare una soluzione efficace.

 

Ma la ricerca del dottor Tsuruta non è completamente nuova, in quanto l’utilizzo degli ultrasuoni come anticoncezionali sono già stati sperimentati negli anni ’70 dal professor Fahim”. Gli ultrasuoni inoltre sono stati testati per breve tempo per i pazienti con il cancro alla prostata negli anni ’70.

 

Un’esperienza medica da cui risulta che il trattamento agli ultrasuoni è indolore, e produce una piacevole sensazione di calore. “Sarà come sedersi in una bacinella d’acqua calda una volta ogni sei mesi”, ha dichiarato il dottor Tsuruta. Il gruppo di scienziati ha ottenuto da 100mila dollari da parte della Bill and Melinda Gates Foundation, con l’obiettivo di finanziare l’esperimento sugli uomini.

 

Il primo passo è stato quello di stabilire l’intensità minima degli ultrasuoni richiesti per funzionare come anticoncezionale nei topi. E l’equipe ora intende investigare il meccanismo che provoca l’infertilità temporanea. “Garantire sicurezza, efficacia e reversibilità: queste sono le nostre principali preoccupazioni”, ha dichiarato il dottor Tsuruta.

 

Gli ultrasuoni provocano un surriscaldamento moderato che sarebbe in grado di disattivare gli spermatozoi ed esaurire la riserva di cellule staminali che sono richieste per riempire nuovamente le riserve di sperma nei testicoli.

 

Le immagini post-trattamento degli organi riproduttivi dei topi mostrano le condotte interne ai testicoli completamente prive di sperma e senza quasi tracce di riserve di cellule staminali immature. Normalmente occorrono due mesi perché le cellule staminali si sviluppino in spermatozoi funzionanti ed è ancora da chiarire il motivo per cui l’effetto anticoncezionale duri per ben sei mesi.

 

CLICCA SUL PULSANTE >> PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO SUL PRESERVATIVO AGLI ULTRASUONI



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >