BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BATTERI KILLER/ Negli squali ceppi resistenti agli antibiotici in grado di uccidere un uomo

Pubblicazione:

Mark Mitchell  Mark Mitchell
<< Prima pagina

 

MANGIATORI DI PESCECANI - I Red Drum, pesci di grandi dimensioni che vivono nell’oceano Atlantico e nel golfo del Messico, nei siti al largo della Louisiana ospitavano maggiori varietà di batteri resistenti agli antibiotici degli squali delle stesse acque. E questo, ha spiegato Mitchell, potrebbe dipendere da differenze d’età (gli squali selezionati erano molto più giovani dei Red Drum), alimentazione e abitudini migratorie. E mentre la presenza di batteri resistenti agli antibiotici non fa male agli squali e agli altri pesci, le scoperte puntano a un problema crescente per la salute umana.

 

«Si stima che negli ospedali ci siano oltre 100mila morti l’anno per infezioni – ha sottolineato Mitchell a sciencedaily.com -, la maggior parte dei quali originata da organismi resistenti agli antibiotici. E noi stiamo creando un numero ancora maggiore di questi organismi nell’ambiente… Sfortunatamente, questo inizierà a colpire noi come specie». E questo non soltanto perché alcuni aborigeni mangiano i pescecani, per non parlare dei Red Drum che sono comunemente pescati in tutto il continente americano, e ora – come afferma Mitchell – questi pesci rappresentano una nuova via potenziale di esposizione ai batteri resistenti alle medicine. Ma soprattutto perché squali e Red Drum sono anche predatori, e quindi possono agire da «sentinelle» per la salute umana.

 

CLICCA SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO SUI BATTERI MUTANTI DEGLI SQUALI



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >