BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BATTERI KILLER/ Negli squali ceppi resistenti agli antibiotici in grado di uccidere un uomo

Pubblicazione:

Mark Mitchell  Mark Mitchell
<< Prima pagina

 

GLI UOMINI POSSONO ESSERE INFETTATI - «Alcune persone potrebbero affermare che uno squalo toro al largo della Louisiana non ha realmente un’influenza sulla nostra salute – ha osservato Mitchell -. Ma questi pesci mangiano ciò che mangiamo noi. Stiamo condividendo le stesse risorse alimentari. Questa in ogni caso per noi dovrebbe essere una fonte di preoccupazione». La ricerca ha preso spunto dalla tesi di Jason Blackburn, un ex studente del master della Louisiana State University (Lsu), ora passato all’Università della Florida. Il gruppo includeva ricercatori delle università di Louisiana, Florida, Illinois e Southern California. Come riportato nello studio, pubblicato sul «Journal of Zoo and Wildlife Medicine», «l’ambiente marino può essere considerato un serbatoio per la resistenza a queste medicine, e in futuro la sorveglianza sui pesci predatori dovrebbe continuare.

 

I pesci predatori del mare analizzati in questo studio potrebbero avere un prezioso ruolo di “sentinelle”, perché vivono a lungo e crescono lentamente e, inoltre, hanno un’esposizione potenzialmente lunga ai batteri resistenti presenti nell’oceano. In aggiunta, questi dati supportano l’ipotesi di precedenti lavori, secondo cui la resistenza è presente nelle specie marine di diverse catene alimentari e habitat. Poiché la pesca rimane una componente importante della dieta umana, queste informazioni possono essere usate per determinare i rischi zoonotici (legati alle malattie infettive portate dagli animali, Ndr) per la nostra salute».

 

CLICCA SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO SUI BATTERI MUTANTI DEGLI SQUALI



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >