BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BATTERI KILLER/ Negli squali ceppi resistenti agli antibiotici in grado di uccidere un uomo

Pubblicazione:

Mark Mitchell  Mark Mitchell

 

I MICROBI SI ADATTANO A TUTTO - Come sottolinea la rivista online news.discovery.com, una delle cose più preoccupanti per la società moderna, da quando abbiamo dichiarato guerra ai batteri con la diffusione dell’uso della penicillina negli anni ’40, è il fatto che i microbi si sono adattati, diventando resistenti alle nostre medicine, e ritornando più forti e maligni di prima.

 

Gli antibiotici sono presenti ovunque nel mondo di oggi, utilizzati per controllare le infezioni nei nostri corpi e fermare la crescita dei batteri nelle nostre riserve di cibo. Ma gli agenti chimici si stanno anche riversando in fiumi, laghi e oceani, dove i loro effetti sono perlopiù ignorati. Se così fosse, quella che emergerebbe sarebbe una possibilità davvero preoccupante: il corpo degli squali e degli altri pesci agirebbe come una specie di brodo di coltura.

 

Essendo esposti agli antibiotici dissolti nei liquami di scolo e acque reflue, i batteri nei loro corpi sviluppano una resistenza e crescono diventando super-germi come quelli che causano in numero sempre più elevato infezioni difficili da controllare negli ospedali di tutto il mondo.

 

(Pietro Vernizzi)

 

Leggi INSETTI KILLER/ L’esperto: dopo le piogge l’attacco delle zanzare tigre. Ma non sono il solo nemico...

 

Leggi anche MALARIA/ La malattia dimenticata che colpisce 500 milioni di persone all'anno



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.