BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINE DEL MONDO/ Le sei apocalissi descritte dalla scienza che fanno impallidire la profezia Maya del 2012

Pubblicazione:

finedelmondoR375.jpg

UNO TSUNAMI ALTO UN CHILOMETRO - Potrebbe essere il caso appunto di Apophis, ma anche di un qualsiasi altro asteroide che non abbiamo ancora individuato. In ogni caso, visto in un’ottica globale, si tratterebbe di un evento di gravità media (per quanto letale per milioni di persone). L’ipotesi peggiore è che invece la Terra entri in collisione con un asteroide dal diametro di alcuni chilometri. Un impatto di questo tipo crea terremoti globali, onde marine alte un chilometro e mezzo e la morte immediata di quasi tutti gli animali terrestri. A essere sterminati sono anche tutti i pesci, perché l’evaporazione di miliardi di tonnellate di roccia nasconderebbe il Sole, provocando un drammatico raffreddamento delle acque, culminando con la distruzione della catena alimentare legata alla fotosintesi. Si tratta dell’evento che 65 milioni di anni fa ha portato all’estinzione dei dinosauri. Fortunatamente questo cataclisma si verifica in media ogni 100 milioni di anni, quindi per altri 35 milioni di anni dovremmo stare tranquilli. Sempre che l’asteroide non decida di arrivare in anticipo di qualche milione di anni.

 


L’AVVERTIMENTO DEL VULCANO ISLANDESE - Se ci può rassicurare comunque, la morte provocata da un asteroide o un meteorite sarebbe rapidissima, perché disintegrerebbe milioni di persone nel raggio di molti chilometri senza che questi si possano accorgere di nulla. Molto più dolorosa la fine che ci attenderebbe invece se i principali vulcani del mondo dovessero iniziare a eruttare, sommergendoci con le colate laviche o ustionandoci con una pioggia di ceneri bollenti. Tutti si ricordano l’eruzione del vulcano islandese Eyjafjallajokull: migliaia di voli cancellati e milioni di passeggeri rimasti a terra. Ma esistono numerosi altri crateri che fanno dell’Eyjafjallajokull un vulcano di secondo piano.

 

CLICCA QUI O SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SULLA FINE DEL MONDO

 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >