BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCIENZA E MISTERI/ Tipler e Drake: tra alieni e immortalità, quando il fisico è un detective di domande insondabili

Pubblicazione:

fulmini_mistici_R375.jpg

 

L’ATEISMO E’ IRRAZIONALE - Nessun dubbio infine che questo possa danneggiare la libertà di un individuo di credere o meno in Dio. Come conclude infatti Frank Tipler, «se una persona vuole essere razionale, allora deve accettare l’esistenza di Dio. L’ateismo è irrazionale, dal momento che le leggi della fisica dicono che la Singolarità Cosmologica esiste, e la Singolarità Cosmologica è la Causa Prima, Finale e Perdurante (sostenente), quindi è Dio. Questa è sempre stata la posizione della Chiesa cristiana; l’esistenza può essere provata, e negare la sua esistenza è irrazionale. Ciò che la fisica moderna ci consente di fare è non solo stabilire che Dio esiste, ma anche provare che egli è Uno e Trino».

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
07/07/2010 - Complimenti... (Roberto Mariotti)

...ai due illustri scienziati! E' infatti difficilissimo - quasi impossibile - riuscire a condensare così tante sciocchezze in poche parole. Alcune affermazioni sono addirittura delle autentiche "chicche": "Sono certo che ci sia vita aliena nell’universo. Finora, è vero, non abbiamo ancora identificato alcun segnale di vita intelligente nell’universo." (e allora come fai, Drake, ad esserne *certo*?) Cosmovici fa di meglio, perché lui afferma che "i pianeti abitati da civiltà intelligenti sono in tutto 5mila" (e se invece fossero 4000 o 6000) "i miracoli non violano le leggi fondamentali della fisica ... Sia Sant’Agostino sia San Tommaso d’Aquino sono stati molto chiari su questo punto" (notoriamente i Santi citati sono stati anche eminentissimi fisici...) "Dio è tre persone, ma un solo Dio ... ho dimostrato che questa è esattamente la stessa entità della Singolarità Cosmologica" (lo ha addirittura *dimostrato*!!! Quello che scrive dopo Tipler su Dio, Spirito Santo, angeli e singolarità, è addirittura esilarante!) "(1) Dio esiste? (2) esiste il libero arbitrio? (3) c’è vita dopo la morte? ... dimostro che queste questioni sono domande che appartengono alla fisica, e che le risposte sono tre sì" (una visione certamente suggestiva della scienza fisica...) "la fisica moderna ci consente di ... stabilire che Dio esiste e che è Uno e Trino" Che dire? Fa male vedere come si sono ridotti dei grandi scienziati... Fosse il primo di aprile avrei capito...

RISPOSTA:

Gentile lettore, dal momento che ritiene di avere le idee tanto chiare, mi piacerebbe che ci spiegasse che cosa ha capito che sia la Singolarità Cosmologica, che è il punto attorno a cui ruotano tutte le argomentazioni di Frank Tipler. Ma temo che sarebbero le sue risposte a risultare esilaranti… Nel 1931 l’astronomo Georges Edouard Lemaitre ha teorizzato che l’universo sia regolato da due "forze" antagoniste. L'una è la forza di gravità, che tende ad avvicinare tra loro le masse, e l'altra è una «forza repulsiva» (forza centrifuga) la cui intensità è legata alla «costante cosmologica» (la cosiddetta costante Lambda) e che tende a controbilanciare l'effetto della gravità. E’ proprio a partire da questa costante Lambda che i fisici Hawking e Tipler parlano di Singolarità Cosmologica come di quel principio all’origine dell’esistenza dell’universo. E che, come spiega Tipler, non può essere identificato con Dio solo se a questa parola associamo quel vecchio signore con la barba a cui pensano i bambini. Per quanto riguarda invece l’esistenza degli extraterrestri, è un argomento più controverso e sul quale è effettivamente difficile avere certezze. L’esistenza degli alieni è un’ipotesi che affascina, anche se è difficile districarsi senza cadere in ipotesi prive di fondamento. Il motivo per cui ritengo comunque interessanti le teorie di Drake è che non si basano su presunti avvistamenti (i cosiddetti Ufo), ma calcolano in termini di probabilità il rapporto tra le variabili perché esista la vita intelligente e il numero di sistemi solari presenti nella nostra galassia. E il 5mila di Cosmovici è proprio l’esito di questo calcolo delle probabilità. Pietro Vernizzi