BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RICERCA INGLESE/ Le infradito deformano i piedi: 200mila persone ogni anno messe ko delle «flip-flop»

Pubblicazione:

infradito-indossate-r375.jpg

LA PRESSIONE SULLE PUNTE - Per non parlare del fatto che, siccome il piede non ha una corretta stabilità, le dita si danneggiano in quanto si tende a fare pressione sulle punte, arcuandole, per non perdere la presa con le ciabattine. Eppure, spesso le infradito sono utilizzate come calzature versatili da portare ovunque. Numerosi turisti effettuano le loro escursioni nei siti archeologici indossando le flip-flop. In questo modo oltre a rischiare di scivolare sulle superfici accidentate, si espongono i piedi al rischio di tagli, graffi e unghie sanguinanti. Basta un nulla infatti per inciampare su una pietra o perché il piede sia pestato da un’altra persona. Per non parlare delle persone diabetiche, che si ammalano più frequentemente ai piedi di quelle sane a causa del ridotto afflusso di sangue agli arti inferiori.
 

MAI GUIDARE IN CIABATTE - Ma spesso le ciabatte sono utilizzate anche per guidare. Un’abitudine che può essere pericolosa, in quanto il piede può scivolare dal pedale durante la frenata, come ammonisce una seconda ricerca inglese realizzata dalla Sainsbury’s Car Insurance. Che ha rivelato un incremento del numero di persone che si mettono al volante con le infradito o addirittura a piedi nudi. Come scrive il sito web sify.com, dalla ricerca di Sainsbury risulta che un automobilista su cinque ha rivelato di indossare ciabatte o essere scalzo alla guida. E questo in particolare nel luglio scorso, quando c’è stata una crescita degli incidente di oltre il quattro per cento rispetto allo stesso periodo del 2009. E le flip-flop sono rischiose anche secondo Peter Rodger, responsabile degli esami di scuola guida dell’Institute of Advanced Motorists, un’associazione inglese in prima linea per aumentare la sicurezza sulla strada.
 

CLICCA SUL PULSANTE QUI PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO SUI DANNI DELLE INFRADITO



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >