BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PERSONAGGIO DA ROMANZO/ Il Gobbo di Notre Dame è esistito realmente: Hugo lo incontrò nel 1820 e decise di ispirarsi a lui

Pubblicazione:

Gobbo375.jpg

ASSASSINO SMEMORATO  - Due guardiani lo accompagnavano ogni giorno per una passeggiata di un'ora. Lui parlava pochissimo. Da oltre un mese è stato trasferito in infermeria dove è soggetto a controlli medici giornalieri. I suoi comportamenti si erano rivelati spesso "sorprendenti". Anche il suo umore. In certi momenti sembrava sereno e tranquillo. In altri aveva una espressione preoccupata. Forse quelli erano gli attimi nei quali si rendeva conto degli omicidi compiuti. Ma secondo alcuni psicologi che lo hanno esaminato negli ultimi tempi Maudsley puntava sempre a dimenticare i suoi crimini.

 

NON APRITE QUELLA PORTA - Infine Leatherface (o, talvolta, Faccia di cuoio per le versioni italiane), serial killer della saga di film horror "Non aprite quella porta", interpretato dall'attore Gunnar Hansen. Anche Leatherface è realmente esistito ed è stato un serial killer statunitense morto nel 1984. Si chiama Ed Gein, soprannominato il macellaio di Plainfield. La particolarità e la bizzarria dei suoi crimini hanno sconvolto il mondo. Dopo la morte del fratello nel 1944, avvenuta in circostanze misteriose, sei persone scomparvero dalle città del Wisconsin di La Crosse e Plainfield tra il 1947 e il 1957. Gein è stato associato solo a due di essi, anche se è sospettato di ulteriori delitti.

 

 

CLICCA QUI O >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CON IL VIDEO DI YOUTUBE DEL VERO SERIAL KILLER DELLA SAGA HORROR NON APRITE QUELLA PORTA 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >