BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

I MAKE UP PIU’ SANI/ Pulire la casa e farsi belle con prodotti naturali: tutti i segreti per un’estetica «bio»

Pubblicazione:

rossetto-r375.jpg

LAVARE LA BIANCHERIA - La soluzione migliore, più naturale ed economica sono le «lavanoci». Con un chilo di «lavanoci» si lava per un anno intero, non ci sono controindicazioni per l'ambiente, il bucato resta pulito, morbido e inodore. E come rivela il sito pickthesoap.com, per un bucato di 5 kg bastano 5 gusci di lavanoci, riutilizzabili 2/3 volte a seconda della durezza dell'acqua.


FORNELLI - Passate una spugna imbevuta di acqua calda e bicarbonato o acqua calda e aceto bianco. L’aceto è sgrassante e anticalcare e rende le superfici luminose: è indicato per i fornelli in acciaio. Naturalmente, una passata di spugna bagnata solo con acqua calda, subito dopo aver sporcato il fornello, prima di cucinare nuovamente, è la soluzione più economica ed eco-compatibile.


FORNO - Sono da evitare assolutamente i prodotti in spray specifici (contengono soda caustica, solventi e molte altre sostanze nocive). C’è anche il rischio di non riuscire a rimuoverli del tutto. I residui rimanenti negli interstizi del forno si liberano sui cibi cotti successivamente. La prima regola è pulire il forno spesso, utilizzando acqua calda in cui sia stato sciolto bicarbonato, limone o aceto bianco e lasciare agire qualche minuto.


STOVIGLIE - Per lavare i piatti, l’acqua con cui hai cucinato la pasta è ottima perché contiene amido, utile a ridurre le quantità di detersivo per piatti. Meglio lavare i piatti subito dopo il pasto, quando l’acqua è ancora calda, altrimenti si può sciogliere del bicarbonato in acqua calda, avendo cura di risciacquare bene. Il limone è un ottimo sgrassante.

 

CLICCA SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER LEGGERE I CONSIGLI SULLA SCELTA DEI PRODOTTI IN COMMERCIO CHE NON FANNO MALE ALLA SALUTE
 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >