BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VIAGGI E GALATEO/ Vestiti, regali e significato dei gesti: ecco come evitare le gaffe all’estero

Pubblicazione:

spiaggia-qatar-r375.jpg

I PAESI PIU’ PERICOLOSI - Ci sono poi alcuni Paesi dove è meglio non recarsi del tutto, per evitare di mettere a rischio la propria incolumità. Il primo consiglio è quello di consultare il sito web Viaggiare Sicuri, il servizio offerto dal Ministero Affari Esteri in collaborazione con l'ACI per informare i turisti sulla sicurezza dei Paesi che intendono visitare. Utile anche la lista recentemente pubblicata da Forbes sui Paesi più pericolosi al mondo. Tra le «zone rosse» la Somalia, ma anche il centro dell’Africa con la Repubblica Democratica del Congo, il Ciad e il Sudan. Ma la lista è davvero lunga e, accanto a Zimbabwe, Niger e Algeria, troviamo anche Haiti. Tra i Paesi pericolosi in maniera cronica infine l'Afghanistan, in allarme soprattutto nelle zone al confine con il Pakistan, ma anche l’Iraq, lo Yemen e i territori palestinesi.
 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
23/09/2010 - panini e burqa (Antonio Servadio)

dunque seri problemi per gli ignari turisti che addentano un panino, per semplice fame, durante il ramadan in certi paesi. Qui da noi la legge vieta di celare il volto; non è permesso impedire l'identificazione della persona. Non si può camminare per strada indossando un casco integrale da motociclista. Addirittura, per le stesse identiche ragioni, è vietato applicare alle autovetture i filtri ottici sui lunotti anteriori (solo sui vetri posteriori), per la stessa ragione. Però nessuno di sogna di applicare la legge a chi gira col burqa (velo integrale), sotto cui non è possibile neppure intuire chi o cosa sia celato. Interessante.