BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

STORIA SHOCK/ (Video) Ha la vista annebbiata, i medici scoprono che un verme gli sta mangiando la retina

Pubblicazione:

eye-worm-630-r375.jpg

IL REALITY «MOSTRI DENTRO ME» - Ma la cosa più curiosa dell’intera vicenda è che John Matthews è sempre stato un patito di un reality della tv Usa, «Monsters Inside Me», dedicato proprio a storie come la sua. Una volta uscito dall’ospedale, non è quindi riuscito a resistere e ha telefonato al produttore dello spettacolo, che neanche a dirlo ha trovato la sua vicenda intrigante. Una troupe si è quindi recata in Iowa per registrare una puntata intitolata «La forma mutante».


L’ORIGINE DEI VERMI DEGLI OCCHI - Un modo per raccontare in tono scherzoso una vicenda che presenta in realtà dei tratti inquietanti. Proprio per chiarire in che modo Matthews sia stato infettato, Ilsussidiario.net ha intervistato Aldo Zullini, professore di Zoologia dell’università Bicocca, secondo cui sono due i tipi di vermi che possono penetrare negli occhi delle persone, entrambi classificati dagli scienziati come «nematodi»: «Il primo tipo è il Loa, che può portare alla cecità ed è trasmesso dai tafani che pungono la persona infettandone il sangue con le larve che poi raggiungono gli occhi - spiega Zullini -. Il Loa si può vedere a occhio nudo sotto la palpebra di uomini e scimmie, soprattutto le femmine che arrivano fino a cinque centimetri di lunghezza. Si trova di solito ai margini della foresta tropicale africana e attualmente dieci persone nel mondo ne sono infettate».

 

CLICCA QUI O  SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SULL’UOMO CON IL VERME NELL’OCCHIO
 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >


COMMENTI
23/09/2010 - riscaldamento diplomatico (Antonio Servadio)

che "con il riscaldamento globale alcuni insetti tropicali si stanno spostando da noi", nel contesto delle notizie qua sopra accennate mi pare un curioso esercizio di diplomazia o una distrazione grottesca. A partire dagli anni '80, qui in Italia, quando l'immigrazione clandestina da paesi lontani ha cominciato a prendere veramente quota, si sono andate gradualmente diffondendo un certo numero di patologie infettive e infestazioni parassitarie che da alcuni decenni erano state ridotte nell'angusto limite della rarità. Tra queste, la TBC, di buona memoria, che ha ben ripreso quota rispetto a decenni durante i quali sembrava scomparsa o quasi. I pidocchi in asili e scuole elementari sono tornati "di gran moda". Un paio di anni addietro mi venne mostrata una mappa storica della diffusione della TBC nel mondo. L'Italia era raffigurata come "pulita" negli anni scorsi mentre si prevedeva un livello di allerta per gli anni prossimi, a differenza delle previsioni per paesi come la Germania e la Francia, in relazioni alle previsioni delle condizioni dell'economia nonchè ai flussi migratori.