BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

STEPHEN HAWKING/ L’astrofisico: Dio non è necessario per spiegare la nascita dell’Universo

Pubblicazione:

ViaLattea_R375.jpg
<< Prima pagina

LE DICHIARAZIONI IN TV - Nel suo nuovo libro Hawking respinge la teoria di Isaac Newton secondo cui l’Universo non avrebbe iniziato a formarsi in modo spontaneo, ma sarebbe stato messo in moto da Dio. Nel giugno di quest’anno il professor Hawking ha dichiarato durante una serie di Channel 4 di non credere che esista un Dio personale: «La questione è: il modo con cui l’Universo si è originato è stata scelta da Dio per ragioni che non possiamo capire, o è stata determinata dalle leggi della scienza? Io credo alla seconda ipotesi. Se volete, potete chiamare “Dio” le leggi della scienza, ma non sarà un Dio personale che potrete incontrare, e cui potrete fare delle domande».


MA GLI ALIENI ESISTONO - E se Hawking non crede in Dio, in compenso si può «consolare» dichiarando la sua fiducia nell’esistenza degli alieni. Gli alieni? Certo che esistono, è quasi sicuro. Parola di Stephen Hawking, l'astrofisico britannico famoso per le sue tesi spesso anticonformiste. Lo scienziato però avverte: l'umanità non deve in nessun caso entrare in contatto con loro - ciò potrebbe essere devastante. La star della fisica presenta in un nuovo documentario tv i suoi pensieri sull'universo e le forme di vita extraterrestri. Hawking ha spiegato infatti di recente che «per il mio cervello matematico i numeri da soli fanno pensare che è perfettamente razionale l'esistenza di alieni».

 

CLICCA SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SU STEPHEN HAWKING



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >