BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

L'ARCA DEL TERZO MILLENNIO/ Un architetto russo ha pensato un super hotel a prova di cataclismi

Un architetto russo ha ideato un'arca degno di quella di Noè

The rk progettata dall'architetto russo Remizov The rk progettata dall'architetto russo Remizov

Forse ispirato dal film "2012", sicuramente preoccupato per i tanti cataclismi naturali che colpiscono il nostro Pianeta, l'architetto russo Alexander Remizov ha ideato una super arca galleggiante di circa 14mila metri quadri, da costruire in qualunque parte del mondo, e capace di contenere fino a 10mila persone.

Ricordate l'ultima parte del film catastrofico "2012"? Le scene finali quando alcuni privilegiati, dopo che la Terra era ormai devastata e sommersa da onde giganti, trovano rifugio su alcune arche modernissime e super tecnologiche? Non sappiamo se l'architetto russo Alexander Remizov abbia visto il film, certo è che le coincidenze sono evidenti.

L'architetto, insieme a una ditta tedesca specializzata in design, ha ideato infatti la cosiddetta "The Ark", una struttura mobile e galleggiante che ricorda in modo impressionante proprio le arche del film in questione. Remizov infatti è stato ispirato dai recenti cataclismi che colpiscono sempre più di frequente il nostro pianeta, ad esempio lo tsunami che devastò l'Indonesia alcuni anni fa e l'aumento generale del livello degli oceani. L'idea è poi stata sviluppata all'interno di un programma a cura dell'Unione Internazionale degli Architetti dedicato ai disastri naturali.