BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NEBRASKA/ Ragazza rinuncia al matrimonio da fiaba per la nonna malata

Pubblicazione:

Il Joslyn Castle dove erano previste le nozze  Il Joslyn Castle dove erano previste le nozze

 

 

UN’IDEA DA FIABA - «Sarebbe una cosa da fiaba, sicuro, sarebbe bello, sai – ha risposto Elliott -. Del matrimonio in grande stile non mi importa granché. Ciò che conta di più per me è essere felice». La coppia ha discusso l’idea per un weekend e il lunedì successivo l’hanno spiegata al padre della sposa. «Ero piuttosto commosso – confessa Frank Pietrantoni -. Hanno fatto un enorme sacrificio perché mia madre fosse lì. E’ una cosa che mi ha veramente toccato». La data del matrimonio della coppia è stata anticipata dal 18 agosto 2012 al 21 dicembre 2010. La sposa ha trasformato il suo vestito, comprato fiori e l’anello di nozze e trovato i testimoni nel giro di un giorno, dedicando ai preparativi la mattina presto prima di andare al lavoro. La coppia ha quindi pianificato il loro matrimonio in una nuova ambientazione: la casa di cura della nonna.
 

LA GIOIA DELLA NONNA -Pietrantoni-Elliott si è preparata insieme all’anziana signora, che ha compiuto 90 anni il giorno prima del matrimonio. «Mi sono truccata di fronte a lei, poi le ho chiesto: “Come sto?”. E lei mi ha risposto: “Sì tesoro, sei bellissima”». La coppia ha quindi detto il fatidico sì nella reception dell’ospedale. «Sono rimasta nella casa di cura per tutto il tempo – ha spiegato Pietrantoni-Elliott -. Sono quindi entrata nella reception, dove ho trovato Joe e la mia famiglia, e per me non contava dove mi trovavo, l’edificio in cui stava avvenendo tutto questo». Pietrantoni-Elliott ha dichiarato quindi a Ketv che ciò che le è rimasto impresso è soprattutto l’immagine di sua nonna. «La ricordo mentre sedeva là, semplicemente raggiante, felice. E così le ho dato un bacio proprio prima di incamminarmi all’“altare”», ha detto Pietrantoni-Elliott.
 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >