BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SALUTE/ Tutti i rimedi naturali per smaltire la sbronza di Capodanno

Pubblicazione:

Bottiglie_Vuote_R400.jpg

Per molti le festività di Natale e Capodanno sono state l’occasione per concedersi qualche strappo alla regola. Non solo con dolci e cibi grassi, ma anche con qualche bicchiere di vino in più del solito. Quali sono le soluzioni più efficaci per chi si sveglia con il mal di testa dopo una sbornia? Il migliore rimedio ovviamente è non ubriacarsi, evitando così l’intossicazione da alcol. E, inoltre, esistono diversi accorgimenti per bere senza ubriacarsi. Ma una volta che la sbornia è presa, le soluzioni davvero valide si contano sulle dita di una mano. Ecco quali sono quelle suggerite dai vari esperti, e quelle che invece non funzionano.

 

PELO DI CANE – Ci sono diversi miti e leggende metropolitane su come curare la sbornia. Gli inglesi hanno un modo di dire originale, «prendi un ciuffo di peli del cane che ti ha morso». Questo non indica ovviamente che gli inglesi mangino davvero il pelo di cane per guarire dalle sbornie. Questa espressione indica una pratica che consiste nel bere al mattino un bicchiere dello stesso drink con cui si sono ubriacati la sera prima. In realtà, questo indica che si è raggiunta la dipendenza da alcol. Ma altrettanto inutili sono altri rimedi come il caffè, uova con pancetta e altri alimenti grassi o i toast bruciati.



  PAG. SUCC. >