BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MIRACOLO/ Il suo cuore si ferma per tre ore e mezza, poi torna in vita

Pubblicazione:

Il dispositivo AutoPulse  Il dispositivo AutoPulse

E’ tornato in vita dopo che il suo cuore si era fermato per tre ore e mezza. Arun Bhasin, 53 anni, è stato trovato in stato d’incoscienza per strada a una temperatura di 10 gradi sotto zero.
 

INTERVENTO DELICATISSIMO - Soccorso e portato in ospedale, Bhasin ha avuto un arresto cardiaco e si è trovato a un soffio dalla morte. Per pura fortuna, l’ambulanza ha scelto di raggiungere il Croydon University Hospital, dove lavorano due dei maggiori esperti inglesi di rianimazione. Subito è stato attaccato a un’apparecchiatura pionieristica per la rianimazione cardiopolmonare, che ha salvato la vita a quasi 20mila persone eseguendo massaggi del torace. Il dottor Nigel Raghunath ha dichiarato al quotidiano inglese Daily Mirror: «Era praticamente morto, perché il suo cuore è rimasto fermo per tre ore e mezza, quindi il fatto che siamo riusciti a riportarlo in vita è strabiliante». E ha aggiunto: «Non ho mai visto nulla di simile in 15 anni di lavoro in pronto soccorso».
 

«DOVREI ESSERE MORTO» - Arun Bhasin, che fa l’ingegnere e vive a est di Londra, ha ammesso: «A quest’ora dovrei essere morto. Non posso credere che mi abbiano tenuto in vita così a lungo. E’ un miracolo. Sono persone splendide e so di essere molto, molto fortunato». Il dramma è iniziato a Natale quando il 53enne, mentre stava ritornando a casa da un party a Croydon, alla periferia di Londra, è caduto battendo la testa. E’ stato portato in ospedale, ma la sua temperatura corporea era bassissima essendo rimasto all’aperto a dieci gradi sotto zero. L’equipe medica, guidata da Raghunath e Russell Metcalfe-Smith, lo ha agganciato alla macchina AutoPulse per mantenere in funzione il suo cuore e i suoi polmoni.
 



  PAG. SUCC. >