BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TASSA SUI CANI/ "Bene di lusso": rivolta su Facebook e Twitter

Pubblicazione:

Foto Ansa  Foto Ansa

I primi pagavano di più, fino agli ultimi che pagavano di meno. Si tornerà a questa scala di valori o alla fine la tassa sul cane non verrà proprio per niente introdotta?



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
26/11/2011 - chiassose associazioni (Paolo Emilio Taddei)

La tassa di proprietà sui cani è vecchia di quasi un secolo. L'obbligatorietà del tatuaggio e di un chip per risalire sempre al proprietario è una norma di civiltà e di tutela degli animali, che non sono un giocattolo per curare la nevrosi dei proprietari, grandi o piccoli che siano. Le strade ed i marciapiedi sono ingombri degli escrementi delle povere bestie, costrette a vivere su un terrazzino o dentro casa, contro la loro natura. La pulizia é a carico deli "altri"? L'abbaiare nevrastenico, che disturba intollerabilmente interi quartieri, è un chiaro sintomo della sofferenza delle bestiole e dell'egoismo dei proprietari, altro che "amanti degli animali"! Piuttosto, la tassa va estesa anche ai gatti e l'iva sul lucroso mercato del cibo per cani e gatti va portata al massimo. Non c'è da mangiare per molti cristiani e si spendono miliardi di euro all'anno per allevare cani e gatti anziché figli. Tranne poi a stancarsi e ad abbandonare con crudeltà le tanto amate bestiole. Fin troppo facile capire che dietro le sedicenti associazioni ci sia tutto il fiorente commercio, per lo più illegale, dei cuccioli e quello dei cibi ed accessori vari, molti al limite del ridicolo. E se mi coprono di insulti perchè dico la verità, ne sono contento. Monti non mi piace, ma se rimette in vigore una bella serie di tasse sugli animali domestici, comincio a cambiare idea.